Separazione » Revoca della casa familiare se ex si trasferisce al mare

Separazione: sì alla revoca della casa familiare in città se l’ex moglie si trasferisce al mare con il figlio.

È legittima la revoca della casa familiare, in città, se la moglie si trasferisce volontariamente al mare con il figlio convivente.

Infatti, la conservazione dell’appartamento principale, quale habitat domestico, deve avere una soluzione di continuità e non una frequentazione sporadica.

Questo l’orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 2952/14.

Separazione e assegnazione casa familiare: gli sviluppi

Difficile tenere due piedi in una scarpa. Soprattutto quando l’obiettivo è dimostrare, concretamente, di avere ancora diritto all’assegnazione della casa coniugale, collocata in città, pur trascorrendo molto, molto tempo nel contesto più sereno e più tranquillizzante di una zona di mare.

Con la sentenza in esame, la Suprema Corte, ha sancito, infatti, che è legittima la revoca della casa familiare, in città, se l’ex coniuge si trasferisce, volontariamente, al mare con il figlio.

A parere degli Ermellini, per poter conservare il diritto a rimanere nella casa coniugale assegnata è necessario che dalla stessa non ci si allontani per lungo tempo.

Infatti, come chiarito nella pronuncia, per la conservazione dell’habitat domestico ci vuole continuità, e non si può utilizzare l’immobile familiare in modo sporadico, perché, condizione necessaria per poter ottenere l’assegnazione della casa familiare è di abitarvi in maniera continuativa.

Ne conviene che, se la madre con i figli va ad abitare in un’altra abitazione, si interrompe la continuità con l’ambiente domestico precedente e si perde il diritto a ritornarvi.

Con la conseguenza che, se in sede di separazione si presenta domanda per ottenere l’assegnazione della casa, la stessa può essere tranquillamente respinta.

17 Febbraio 2014 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Separazione dei coniugi - revoca dell'assegnazione della casa familiare
In materia di separazione dei coniugi, l'assegnazione della casa familiare non viene meno per il solo fatto della convivenza more uxorio o del nuovo matrimonio del coniuge assegnatario. L'articolo 155 quater, primo comma, del Codice Civile (introdotto dall'articolo 1, comma 2, della legge 8 febbraio 2006, numero 54 - Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli) prevede la revoca dell'assegnazione della casa familiare nel caso in cui l'assegnatario conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio. Ci si chiede se tale revoca sia automatica in conseguenza della convivenza o del nuovo matrimionio dell'assegnatario, o se debba ...

E' possibile la revoca di assegnazione della casa familiare se il figlio affidato quando era minorenne, oggi maggiorenne ma studente, frequenta corsi universitari in altra città?
In seguito a separazione consensuale, mi è stata assegnata la casa familiare di proprietà del coniuge separato e l'affidamento del figlio avuto nel corso del matrimonio. Mio figlio, ora maggiorenne, ma non ancora economicamente autosufficiente, ha deciso di frequentare una facoltà universitaria fuori sede, molto lontana dalla casa in cui risiede con me. Ho paura che il mio ex marito chiede la revoca dell'assegnazione della casa familiare. Secondo voi, il motivo della frequenza del figlio ai corsi universitari in una città diversa da quella di residenza è sufficiente all'accoglimento alla revoca dell'assegnazione della casa? ...

Casa familiare e separazione » No assegnazione se abitata saltuariamente
Va revocata l'assegnazione della casa familiare all'ex coniuge affidatario del figlio che non abita stabilmente l'immobile, ma per lunghi periodi dell'anno va a stare dai nonni. Lo ha sancito la Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 11218/13, ha stabilito che: È legittima la revoca dell'assegnazione della casa familiare al coniuge affidatario del figlio minore laddove l'immobile non risulta utilizzato come stabile abitazione qualora detto assegnatario per lunghi periodo dell'anno dimori presso i genitori, nei pressi del cui domicilio si trova la scuola frequentata dal minore, non costituendo più la casa familiare l'habitat domestico del figlio che la legge ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su separazione » revoca della casa familiare se ex si trasferisce al mare. Clicca qui.

Stai leggendo Separazione » Revoca della casa familiare se ex si trasferisce al mare Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 17 Febbraio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 4 Agosto 2017 Classificato nella categoria famiglia separazione e divorzio - assegnazione casa e assegno di mantenimento coniuge separato o divorziato Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)