Che cos'è e come funziona la divisione in linea generale ed in ambito giuridico

Prima di spiegare il procedimento dello scioglimento della comunione ereditaria, chiariamo il principio della divisione in ambito giuridico.

In ambito giuridico, per divisione si intende il procedimento che porta allo scioglimento della comunione, o comproprietà, di uno o più beni, di cui sono contitolari diversi soggetti.

In seguito alla divisione ciascuno dei contitolari avrà diritto in via esclusiva a una parte specifica, ovvero a uno o più singoli beni tra le quelli soggetti alla divisione, di valore corrispondente alla quota che gli spettava sui beni comuni.

La divisione avviene di solito mediante la stipula di un contratto (che nel caso tipico della divisione di beni immobili è stipulato per atto pubblico notarile), ma in mancanza di accordo ciascuno dei contitolari ha il diritto di chiedere la divisione giudiziale. Un'altra ipotesi è quella della divisione dell'eredità effettuata dal testatore, nell'ambito di una disposizione testamentaria.

La divisione gode di un trattamento fiscale agevolato.

È infatti soggetta all'imposta di registro con l'aliquota dell'1% (con un minimo di 200 euro), oltre alle imposte ipotecarie e catastali di 200 euro ciascuna, al bollo (230 euro) e alle imposte di trascrizione e voltura (90 euro).

La legge consente di applicare il meccanismo della cosiddetta "valutazione automatica", quindi l'1% si calcola sul valore catastale degli immobili, se hanno una rendita catastale (per i terreni edificabili e i fabbricati privi di rendita si fa invece riferimento al valore di mercato).

Fa eccezione, però, la divisione di beni pervenuti per diversi titoli (per esempio, una casa e un terreno acquistati con due diversi atti di compravendita ("masse plurime"), che fiscalmente è considerata una permuta, e dunque soggetta alle maggiori imposte previste per questo tipo di atto.

La legge, però, consente di applicare il più favorevole regime fiscale della divisione quando l'ultimo dei titoli di acquisto è una successione a causa di morte (per esempio, due persone acquistano insieme un immobile, e poi uno di esse muore e la sua quota indivisa passa agli eredi per successione).

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca