Immobile cointestato in successione e problemi tra gli eredi » Come effettuare lo scioglimento di una comunione ereditaria

Nella fattispecie di un immobile, o di un altro bene, cointestato, dopo la successione, tra due eredi, i quali non riescano ad accordarsi sulla spartizione, in quale caso ed in che modo è possibile sciogliere una comunione ereditaria?

Quando più soggetti sono chiamati a succedere in un'eredità e non trovano un accordo per la ripartizione dei beni, né il defunto ha stabilito quali beni devono essere destinati ad ognuno di loro, il Giudice, su domanda di uno qualsiasi dei coeredi, può provvedere alla ripartizione del patrimonio ereditario e quindi allo scioglimento della comunione.

Questo, però, esclusivamente in alcuni casi e secondo una determinata procedura.

Vediamo quale nel prosieguo dell'articolo

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su immobile cointestato in successione e problemi tra gli eredi » come effettuare lo scioglimento di una comunione ereditaria. Clicca qui.

Stai leggendo Immobile cointestato in successione e problemi tra gli eredi » Come effettuare lo scioglimento di una comunione ereditaria Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 22 dicembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria successione eredità e donazioni - nozioni generali, collazione, riduzione donazioni e disposizioni testamentarie lesive quota legittima Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Anonimo 17 aprile 2019 at 19:37

    Morta mia madre abbiamo ereditato un locale commerciale noi 3 figlie e anche mio padre nonostante separazione coniugale e dei beni

    All’insaputa di due figlie ha venduto la sua quota alla terza in forma di nuda proprietà rendendola proprietaria del 53%circa del bene: quest’ultima si oppone alla vendita finché lui è in vita (il padre trattiene per sé la sua quota di affitto del locale).

    Dopo la perizia del CTU assolutamente ridicola rispetto al valore di mercato, è auspicabile che il giudice mandi all’asta l’immobile
    Sono passati cinque anni e non c’è giustizia.

    • Simone di Saintjust 18 aprile 2019 at 03:10

      Auspicabile? Se il giudice manda all’asta l’immobile, altro che valore ridicolo della perizia CTU …



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca