Sanzioni per violazione delle norme antiriciclaggio - utilizzo del denaro contante

Le violazioni delle norme antiriciclaggio relative all'utilizzo del denaro contante, nonché quelle in materia di assegni liberi e libretti al portatore, devono essere comunicate dagli intermediari finanziari e dai professionisti che ne vengono a conoscenza, entro 30 giorni:

  1. al Ministero dell'Economia e delle Finanze (ovvero, più precisamente, alle competenti Ragionerie territoriali dello Stato) per la contestazione e gli altri adempimenti;
  2. all'Agenzia delle Entrate, che attiva i conseguenti controlli di natura fiscale.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sanzioni per violazione delle norme antiriciclaggio - utilizzo del denaro contante. Clicca qui.

Stai leggendo Sanzioni per violazione delle norme antiriciclaggio - utilizzo del denaro contante Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 9 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 20 settembre 2017 Classificato nella categoria normativa antiriciclaggio - termini di presentazione data valuta data disponibilità Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca