Paolo Rastelli

Appare assai strano che sia stata presentata un’istanza in autotutela nel 2015 a fronte si un avviso di accertamento, per omesso pagamento della tassa automobilistica, notificato nel 2012: l’istanza in autotutela andava presentata nel 2012 nel termine di 60 giorni decorrenti dalla data di notifica.

Per sapere se la cartella di pagamento notificata nel gennaio 2022 è decaduta o prescritta, bisognerebbe effettuare un accesso agli atti presso Agenzia delle Entrate (creditore) ed Agenzia delle Entrate Riscossione (concessionario della riscossione), finalizzato ad ottenere copia delle relate di notifica relative alle comunicazioni, eventualmente interruttive dei termini di decadenza e prescrizione inviate al debitore a partire dal 2012.

Non si può mai asserire di non aver ricevuto nulla dal momento che la notifica di un atto può correttamente perfezionarsi per compiuta giacenza in occasione di una temporanea irreperibilità del debitore, se non dopo aver acquisito la documentazione probante detenuta da Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate Riscossione.

Per un approfondimento della questione la invitiamo a consultare questa sezione e quest’altra.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.