Rc auto » FGVS non risarcisce se non c'è obbligo di assicurazione

La compagnia Rc auto indicata dal Fondo di garanzia non risarcisce se per il veicolo non vi era obbligatoria assicurazione. Il passaggio in giudicato della sentenza nei confronti dell’azienda in liquidazione non determina la riforma della pronuncia nei confronti dell’impresa designata.

Lo ha sancito la Corte di Cassazione la quale, con la sentenza 17692/13, ha stabilito che: L’articolo 19 e 20 della legge 990/69, anche nella loro formulazione applicabile ratione temporis al caso di specie, presuppongono la sussistenza dell’obbligo dell’assicurazione per i ciclomotori, come si evince dal dato testuale dello stesso articolo 19 citato («per il risarcimento dei danni causati dalla circolazione dei veicoli o dei natanti per i quali a norma della presente legge vi è obbligo di assicurazione»), sicché l’impresa designata per la liquidazione di sinistri posti a carico del Fondo di garanzia per le vittime della strada è tenuta al risarcimento dei danni se il veicolo responsabile del sinistro rientra tra quelli soggetti all’obbligo di assicurazione, essendo tale circostanza elemento costitutivo del sorgere del diritto dell’attore.

A parere dei Giudici di piazza Cavour, pertanto, quando la liquidazione del sinistro stradale è posta a carico del fondo di garanzia per le vittime, l’impresa designata è tenuta al risarcimento dei danni soltanto se il veicolo all’epoca del sinistro era soggetto all’assicurazione obbligatoria.

1 Agosto 2013 · Eleonora Figliolia

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Investito da pirata della strada » Per ottenere il risarcimento danni dal FGVS il danneggiato non ha l'obbligo di identificare il colpevole
Sinistro stradale con pedone investito da pirata della strada: il danneggiato, per ottenere il risarcimento danni dal Fondo Garanzia Vittime della Strada, non ha nessun obbligo di identificare l'autovettura. In tema di risarcimento danni, conseguito a causa di un investimento, qualora l'autovettura non sia stata identificata, il danneggiato non ha nessun onere di diligenza nell'identificazione del veicolo, né di fornire la prova dell'impossibilità incolpevole dell'identificazione. La vittima, inoltre, non ha alcun obbligo di presentare una denuncia od una querela contro ignoti, la cui sussistenza o meno non è che un mero indizio. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di ...

Assicurazione rc auto » Il preventivo di riparazione redatto da terzi non prova, da solo, il danno
Cause contro l'assicurazione: il preventivo di riparazione redatto da un terzo non prova, da solo, il danno. Nel giudizio di risarcimento del danno da sinistro stradale non ha valore di prova il preventivo di riparazione redatto da un soggetto estraneo alla controversia e non corroborato da altri elementi quali il listino prezzi relativo ai pezzi di ricambio del veicolo danneggiato e, soprattutto, dalle fotografie dello stesso. Questo, in sintesi, il principio espresso dalla Cassazione con sentenza 26693/13. Il preventivo di riparazione redatto da terzi non prova il danno all'autovettura Non basta il solo preventivo per la riparazione dell'autoveicolo, redatto dall'officina ...

Assicurazione Rc auto » Modulo Cid - Le opzioni per il danneggiato
A seguito di un sinistro stradale e nel caso in cui ci sia stata una constatazione amichevole di incidente tra le due parti (con modulo Cid, per intenderci), il danneggiato ha tre opzioni: può rivolgersi all'officina di riparazioni convenzionata con la propria compagnia assicurativa, (nel caso in cui la polizza lo preveda); può fare affidamento al proprio meccanico/carrozziere di fiducia per una cessione del credito; può chiedere il risarcimento o indennizzo diretto alla propria assicurazione. Esaminiamo ora i vari casi. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rc auto » fgvs non risarcisce se non c'è obbligo di assicurazione. Clicca qui.

Stai leggendo Rc auto » FGVS non risarcisce se non c'è obbligo di assicurazione Autore Eleonora Figliolia Articolo pubblicato il giorno 1 Agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 8 Dicembre 2018 Classificato nella categoria sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di tutela dei consumatori Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)