Fattura non pagata

Sono un disegnatore meccanico iscritto all'albo ed ho eseguito un lavoro e emesso una fattura di importo totale 4050 Euro circa 2 anni fa, che non è stata pagata.

Ora l'azienda debitrice è in liquidazione, mi è stato proposto da parte di una terza azienda, acquirente della debitrice di acquistare pro soluto i miei crediti per 3200 Euro i quali saranno pagati con 2 effetti cambiari da 1600 Euro, di cui il primo scadente il 31/03/2010.

Ho fatto fare visura della societa acquirente il credito, si tratta di una persona abitante a Bologna, che ha una sede legale a Parma, presso una abitazione privata e un ufficietto di una stanza con vetrata a Reggio Emilia.

Cosa mi consigliate di fare?

In genere, una cambiale - come titolo di credito - è un titolo esecutivo e dunque preferibile ad una fattura.

Tanto è vero che noi suggeriamo sempre ai debitori di non firmare cambiali (né assegni postdatati) ai propri creditori.

Accettare la cambiale - ad una prima, sommaria analisi - sembrerebbe una scelta obbligata. Anche perchè lei non si è insinuato, sembrerebbe di capire, nelle procedura di liquidazione fallimentare.

15 settembre 2011 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Equitalia » Valido il fermo amministrativo e il pignoramento dei contributi pubblici
Equitalia: si al fermo amministrativo e al pignoramento semplificato sui contributi pubblici ottenuti dall'azienda debitrice. Equitalia può spiccare il fermo amministrativo e il pignoramento semplificato sui contributi pubblici ottenuti dall'azienda debitrice. Ciò perché la speciale procedura non concerne un rapporto fra privati ma fra amministrazione e società. Questo, riassunto brevemente, ...
Cessione d'azienda e di ramo d'azienda - Dei debiti risponde l'acquirente o l'alienante?
La regola generale prevede che nel trasferimento dell'azienda i creditori aziendali possono contare sulla responsabilità sia dell'alienante che dell'acquirente, entrambi obbligati in solido. La previsione della solidarietà dell'acquirente dell'azienda nella obbligazione relativa al pagamento dei debiti dell'azienda ceduta è posta a tutela dei creditori, e non dell'alienante: sicché, essa non ...
Garanzia per i vizi della merce venduta » Il termine è di otto giorni
L'acquirente è obbligato a pagare interamente la merce acquistata anche se questa è scadente e lo ha dimostrato. Ciò per il fatto di non averlo denunciato entro 8 giorni dalla scoperta. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che con la pronuncia 12384 del 21 Maggio 2013, ha sancito che: ...
Accertamento fiscale a società » Notifica valida solo presso la sede legale
Oggi affrontiamo uno dei temi più discussi in tema di notifica di accertamento fiscale ad una società: è valida o meno la notifica effettuata presso le sedi diverse dalla sede legale? In caso di accertamento fiscale notificato ad una società, questo è valido solo se la notifica degli atti tributari ...
Immobile gravato da mutuo - Il domicilio del debitore indicato nel contratto è valido per la notifica di atti esecutivi
Il creditore può legittimamente notificare gli  atti esecutivi riguardanti l'immobile gravato da mutuo fondiario al domicilio eletto dal debitore al momento della stipula del contratto. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 14813 del 4 settembre 2012. La debitrice esecutata aveva proposto opposizione agli atti esecutivi ex articolo ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca