Pignoramento del corrispettivo per soggetto che fattura con partita iva


Ero una lavoratrice dipendente fino a quando alla mia azienda è arrivato l’obbligo di versare il quinto del mio stipendio a un istituto di recupero crediti. Ho dato le mie dimissioni e ho continuato a lavorare per la stessa azienda con partita iva . Ora cosa succede nel momento in cui avrò lo stipendio e rilascerò fattura alla azienda?

Ma l’ha consigliata qualcuno a licenziarsi da dipendente e a continuare il rapporto con la vecchia società da lavoratrice autonoma con partita IVA?

Perché adesso il creditore potrà pignorare tutto l’importo indicato in fattura presso la società committente. Insomma, prima il massimo pignorabile era il 20% dell’importo stipendiale, ora è il 100% del corrispettivo fatturato.

9 Maggio 2018 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento del corrispettivo per soggetto che fattura con partita iva