Veicolo cointestato con fermo amministrativo – Come si deve comportare il comproprietario che non ha debiti?

Un veicolo posto a fermo amministrativo di proprietà di due persone può essere sottoposto a fermo amministrativo anche se il debitore nei confronti del fisco è solo uno dei proprietari. Se è si come si deve comportare il comproprietario che non ha debiti?

Il cointestatario non debitore deve pazientemente sopportare le conseguenze derivanti dal provvedimento di fermo amministrativo disposto sul veicolo a causa degli inadempimenti del cointestatario debitore, oppure, può rilevare la quota di comproprietà dal cointestatario debitore, può cedere la propria quota al cointestatario debitore, può citare in giudizio il cointestatario debitore per il risarcimento degli eventuali danni patiti (da dimostrare), o, ancora più semplicemente, pagare quanto dovuto alla PA dal cointestatario debitore per liberare il veicolo dal vincolo amministrativo.

8 Novembre 2018 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Circolare con veicolo sottoposto a fermo amministrativo non è reato
La circolazione del veicolo sottoposto al fermo amministrativo, posta in essere dal proprietario di cui il bene è affidato in custodia, concreta l'ipotesi del reato di sottrazione di cose sottoposte a sequestro disposto nel corso di un procedimento penale o dall'autorità amministrativa, sanzionata dal codice penale (articolo 334). Tuttavia, secondo la consolidata interpretazione offerta dalla giurisprudenza di legittimità, la condotta di chi circola abusivamente con il veicolo sottoposto a fermo amministrativo, integra esclusivamente l'illecito amministrativo previsto dal comma 4 dell'articolo 213 del codice della strada chiunque, durante il periodo in cui il veicolo è sottoposto al sequestro, circola abusivamente con ...

Il debitore professionista e il debitore imprenditore hanno il diritto di chiedere ed ottenere l'annullamento del preavviso di fermo amministrativo o la cancellazione del fermo amministrativo trascritto sul veicolo strumentale rispettivamente all'attività professionale e imprenditoriale svolta
Come tutti sappiamo, decorso inutilmente il termine di 60 giorni per il pagamento o l'impugnazione della cartella esattoriale, il concessionario della riscossione può disporre il fermo amministrativo del veicolo del debitore. E' quanto dispone l'articolo 86 del dpr 602/1973. La procedura di iscrizione del fermo amministrativo del veicolo di proprietà del debitore è avviata dall'agente della riscossione con la notifica di una comunicazione preventiva contenente l'avviso che, in mancanza del pagamento delle somme dovute entro il termine di trenta giorni, sarà eseguito il fermo, senza necessità di ulteriore comunicazione, mediante iscrizione del provvedimento che lo dispone nel Pubblico Registro Automobilistico ...

Cosa succede se si circola con veicolo sottoposto a fermo amministrativo e si viene fermati per un controllo?
Nel caso in cui si circoli con un veicolo sottoposto a fermo amministrativo e si venga fermati dalle autorità, viene elevata sanzione amministrativa da circa 700 fino a circa 3000 euro, inoltre è previsto il pignoramento del veicolo. Qualcuno potrebbe spiegare esattamente come funziona questo pignoramento? La custodia del veicolo viene lasciata al proprietario o no? Quanto tempo passa prima che il veicolo venga sottoposto a pignoramento dopo l'accertamento di violazione del fermo amministrativo? In caso di pignoramento, è ancora possibile saldare il debito tramite rateizzazione dello stesso? E se sì, il pagamento della prima rata interrompe la procedura di ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Veicolo cointestato con fermo amministrativo – Come si deve comportare il comproprietario che non ha debiti?