Tartassata dai call center pubblicitari - Come posso far smettere questo tipo di molestie?

Da ormai più di un anno ricevo, quasi quotidianamente e agli orari più sconvenienti, telefonate dai più disparati call center, che tentano di appiopparmi offerte commerciali da parte di operatori di telefonia, internet, pay tv e chi più ne ha più ne metta.

Dapprima sono stata cortese, ma non si sono fermati.

Neanche di fronte alle minacce di denunciarli alle autorità hanno smesso.

Mi è rimasta solo la possibilità di cambiare numero di telefono, ma vorrei evitare.

Cosa posso fare per farli smettere? Non ne posso più.

Sono molte le persone, me compresa, che da anni ricevono queste scomode telefonate a tutte le ore, pasti compresi: anni fa, per contrastare questo tipo di fenomeno, è stato istituito il registro delle opposizioni, che pare non abbia funzionato granché.

Ciò poiché i telemarketer chiamavano anche i numeri presenti nel registro delle opposizioni per due motivi.

Oppure, perché su quei numeri avevano ottenuto in qualche modo un consenso (anche carpito, sfruttando la disattenzione dell'utente) o perché agivano in totale violazione delle norme.

Da notare che per questi due motivi arrivano telefonate moleste anche a numeri riservati (non presenti in elenco) e cellulari, che gli utenti non erano tenuti a inserire nel registro delle opposizioni.

Per l'utente era difficile contrastare le due cause di cui sopra, perché era difficile trovare un modo per ritirare il consenso all'uso dei dati e/o punire in modo efficace i violatori della legge.

Le nuove leggi, però, dovrebbero rispondere a entrambi i problemi.

Il 22 dicembre 2017 il Senato ha approvato in via definitiva la proposta di legge recante nuove disposizioni in materia di iscrizione e funzionamento del registro delle opposizioni e istituzione di prefissi nazionali per le chiamate telefoniche a scopo statistico, promozionale e di ricerche di mercato.

Si tratta di un provvedimento legislativo che intende rispondere all'esigenza di apprestare norme che tutelino in maniera più efficiente il diritto a non ricevere telefonate commerciali (e non solo) da call center.

Con la nuova legge, tutti gli utenti potranno iscrivere il proprio numero telefonico nel "Registro pubblico delle opposizioni" (R.P.O.), istituito dal d.P.R. 178/2010.

Da ora, infatti, l'iscrizione al registro è aperta a tutti gli interessati che vogliano opporsi al trattamento delle proprie numerazioni telefoniche effettuato mediante operatore con l'impiego del telefono per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Nel registro saranno comunque inserite anche le numerazioni fisse non pubblicate negli elenchi di abbonati, che gli operatori saranno tenuti a fornire al gestore del registro con la stessa periodicità di aggiornamento prevista per la base di dati unica.

Per l'iscrizione, anche contemporaneamente per tutte le utente telefoniche (fisse e mobili) loro intestante, gli interessati dovranno inoltrare specifica richiesta, anche per via telematica o telefonica.

Gli interessati iscritti al registro, le cui numerazioni siano o meno riportate negli elenchi di abbonati, potranno inoltre revocare in ogni momento, anche per periodi di tempo definiti, la propria opposizione nei confronti di uno o più soggetti, anche per via telematica o telefonica.

Le modalità per l'iscrizione al registro, l'aggiornamento o la revoca dei propri dati, sono diverse: attraverso il web, sul sito internet del Registro delle Opposizioni; utilizzando il telefono, tramite il call center dedicato al numero verde 800.265.265 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00); via fax, al numero 06.54224822; con email, all'indirizzo abbonati.rpo@fub.it; con raccomandata, all'indirizzo "Gestore del Registro Pubblico delle Opposizione – ABBONATI", Ufficio Roma Nomentano, Casella Postale 7211, 00162 Roma (RM).

Dunque, le consigliamo, se non l'avesse già fatto, poiché ora maggiormente tutelato, di iscrivere le sue numerazioni telefoniche al predetto registro delle opposizioni.

Lo farò anche io.

3 gennaio 2018 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore
tutela consumatore - molestie da call center e telemarketing aggressivo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Call center molesti » Intervento del garante della privacy
Stop alle telefonate "mute" dai call center: l'Autorità per la tutela della privacy definisce regole per una pratica commerciale che che può arrivare a indurre stati di ansia e disagio nei destinatari. Il telefono squilla, voi rispondete ma dall'altra parte c'è solo il silenzio. È il silenzio di chi ci ...
Stop alle telefonate dei contact center senza il consenso del destinatario
I contact center, che offrono servizi di telemarketing (vendite, promozioni pubblicitarie o indagini di mercato), si avvalgono di piattaforme telematiche che effettuano automaticamente chiamate al destinatario girandole, alla risposta, al primo operatore disponibile. Capita però, in situazioni particolari, soprattutto quando le chiamate andate a buon fine risultano superiori al numero ...
Finita la pacchia gratis per chi assume operatori di call center con contratto di collaborazione coordinata e continuativa
I nuovi furbetti del Jobs Act, i lobbisti fans del cantastorie di Rignano, sono avvisati: da oggi potrebbero venire travolti da un immane contenzioso con gli operatori di call center assunti con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, i quali potrebbero vedersi dichiarata, in via giudiziale, la sussistenza di un ...
Canoni di locazione » Il versamento dell'affitto è dovuto fino alla riconsegna delle chiavi dell'appartamento
Il conduttore deve continuare a pagare l'affitto finché non riconsegna le chiavi dell'immobile: non importa se ha smesso smesso di viverci da diverso tempo perché, ad esempio, è crollato il soffitto. Non è consentito, infatti, al conduttore astenersi dal versare il canone, ovvero ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si ...
Costituire una società cooperativa » Scopriamo principi scopi e vantaggi di questo tipo d'impresa
Nell'articolo che segue scopriremo come, quando e per quali scopi è possibile costituire una società cooperativa, prevista dell'ordinamento giuridico italiano. Per il codice civile italiano, una società cooperativa è una società costituita per gestire in comune un'impresa che si prefigge lo scopo di fornire innanzitutto agli stessi soci (scopo mutualistico) ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca