Comune Roma: situazione raccolta rifiuti imbarazzante? – Ecco come chiedere rimborso TARI dell’80%

L’altra sera, guardando un servizio delle IENE, ho scoperto che nel comune di Roma, dove abito, a causa dei gravi disservizi per quanto riguarda la raccolta dell’immondizia, è possibile, in alcuni casi, ottenere un rimborso per la tassa sui rifiuti TARI.

In quali casi è possibile?

Come fare per ottenere il rimborso?

Le strade sono invase dalla spazzatura, i cassonetti pieni vengono dati alle fiamme, l’emergenza peggiora di giorno in giorno: l’emergenza-rifiuti è ormai un habitué per la Capitale, in dimensioni finora mai conosciute dalla cittadinanza, e legittima serie preoccupazioni di carattere sanitario.

Va ricordato, però, che sul piano amministrativo i cittadini possono attivarsi per ottenere il rimborso dell’80% della Tari così come previsto dalla normativa vigente.

Il Decreto Legislativo 507/1993, infatti, e le successive sentenze della Cassazione stabiliscono infatti che la Tari è dovuta nella misura massima del 20 per cento della tariffa, in caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall’autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all’ambiente.

La norma legifera esattamente in merito a situazioni identiche a quella registrata a Roma negli ultimi mesi: la tariffa TARI va inoltre rideterminata in applicazione dell’art. 15 del Regolamento TARI di Roma Capitale, come modificato in ossequio all’articolo 1 comma 656 Legge 147/2013.

Dunque, sono stati oltre cinquantacinquemila le segnalazioni che sono state recapitate dall’Ama da parte di utente non domestiche, ovvero negozi, tutte contenenti dei reclami per evidenti disservizi documentati.

Come conseguenza diretta, Ama ha imposto a tutte le società che si occupano di questa raccolta di pagare oltre un milione e 100 mila euro di penali.

Ma in tutto ciò, quali sono i vantaggi per i cittadini romani?

I cittadini hanno tutto il diritto di richiedere il rimborso della tassa sui rifiuti.

L’amministratore unico Ama, che avrebbe dovuto informare i cittadini di questo loro diritto, così come il funzionario, hanno negato di essere a conoscenza.

Per chi fosse interessato ad approfondire la questione, ecco il modulo con le istruzioni per l’invio al Comune di Roma.

9 Dicembre 2019 · Andrea Ricciardi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?