Superamento temporaneo e infrannuale della soglia prevista dalla legge per il patrimonio mobiliare del percettore di Reddito di Cittadinanza


Sono percettore di reddito di cittadinanza da gennaio 2022: ieri ho ricevuto un bonifico di 3000 euro da parte della mia compagnia di assicurazione come risarcimento danni per un incidente risalente al 2021. Ora, con questi 3 mila euro il mio saldo temporaneo sulla carta di credito è di circa 7000€. Ho qualche obbligo immediato di comunicare il superamento della soglia di 6000€ prevista per il patrimonio mobiliare (vivo da solo e non ho invalidità)?

Oppure, come mi par di capire, le variazioni del patrimonio mobiliare che comportano il superamento della soglia vanno comunicate entro i 15 giorni solo se sono frutto di donazione, successione, vincita, mentre in tutti gli altri casi, incluso il mio, occorre comunicare la variazione del patrimonio mobiliare attraverso la presentazione di nuova DSU entro il 31 gennaio dell’anno successivo (in questo caso entro il 31 gennaio 2023) e, peraltro, è d’obbligo farlo solo nel caso in cui la variazione comporti la perdita dei requisiti ovvero solo se dovessi avere un saldo al 31/12/2022 o una giacenza media nell’anno 2022 superiore alla suddetta soglia?

Insomma, da quello che ci capisco, nel mio caso non dovrei fare nulla per ora e poi, volendo mantenere il beneficio, arrivare ad avere una giacenza media e un saldo al 31/12 non superiore ai 6000€, alleggerendo il conto.

È corretto ciò che dico?

Quello che lei scrive è frutto di considerazioni molto assennate: finora i controlli sulle erogazioni del reddito di cittadinanza sono stati molto approssimativi, ma non è detto che la cosa continuerà per molto.

La normativa vigente stabilisce che il modello RDC/PDC COM Esteso deve essere utilizzato entro 15 giorni dall’acquisizione del possesso di somme o valori superiori alle soglie previste per il patrimonio mobiliare, a seguito di donazione, successione o vincite. Resta fermo il divieto dell’utilizzo del beneficio economico per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità.

Dalla lettura della norma si evince che:

– la somma acquisita dovrebbe essere almeno pari a 6 mila ed un centesimo di euro ;
– la variazione del patrimonio mobiliare dovrebbe avvenire a seguito di donazione, successione o vincite (non è previsto il risarcimento danni).

Dunque, al momento non c’è nulla da comunicare. Va da sé che a gennaio 2023, qualora il saldo di conto corrente al 31 dicembre 2022 (o la giacenza media nel corso del 2022, qualora maggiore del saldo) dovesse superare i seimila euro (soglia valida per chi ci scrive a meno che, facendo i dovuti scongiuri, non corso del 2022 non venga riconosciuta a chi ci scrive una qualche grave invalidità) verrà revocato il beneficio del reddito di cittadinanza.

Per precisazione va, infine, aggiunto che il percettore di reddito di cittadinanza, per conservare il beneficio, deve rinnovare la DSU/ISEE entro il 31 gennaio di ogni anno, indipendentemente dal fatto, che abbia modificato, o meno, il proprio assetto patrimoniale e reddituale.

20 Febbraio 2022 · Roberto Petrella



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Superamento temporaneo e infrannuale della soglia prevista dalla legge per il patrimonio mobiliare del percettore di Reddito di Cittadinanza