Srl chiusa - chi risponde dei debiti verso l'erario?

Ero amministratore unico di una srl con 3 soci, prima posta in liquidazione (io liquidatore) e poi chiusa e cancellata dal registro delle imprese.
Tale SRL ha chiuso con dei debiti, ora passati a Equitalia, per circa 20000 € vs l'erario, come in dettaglio successivo.

Ora chiedo a voi:
All'amministratore unico può essere chiesto di saldare tali debiti, da Equitalia, ora che l'srl è chiusa?

Tali debiti sono soggetti a sanzioni PENALI?

Grazie mille per l'aiuto,segue dettaglio, come da bilancio

CONTI ERARIALI 10.926,26
59.01 ERARIO C/IVA 5.598,86
59.01.09 Erario c/liquidazione Iva 5.598,86
59.03 ERARIO C/SOSTITUTO D'IMPOSTA 5.327,39
59.03.01 Erario c/riten.su redd.lav.dipend.e assim. 797,74
59.03.03 Erario c/ritenute su redditi lav. auton. 4.529,65

61 ENTI PREVIDENZIALI 4.819,77
61.01 ENTI PREVIDENZIALI 4.819,77
61.01.01 INPS dipendenti 106,01
61.01.03 INPS collaboratori 4.175,69

Se quelle esposte sono le cifre in gioco, non sembrano emergere conseguenze penali.

L'amministratore ed il liquidatore possono essere chiamati in causa per il rimborso dei debiti erariali solo se vengono provate eventuali responsabilità.

L'assunzione della carica di amministratore o di liquidatore comporta, infatti, l'obbligo di effettuare una minima verifica della contabilità, dei bilanci e delle ultime dichiarazioni dei redditi. Ove ciò non avvenga, colui che assume la carica di amministratore o di liquidatore si espone volontariamente a tutte le conseguenze che possono derivare da pregresse inadempienze e/o da quelle maturate nel corso di mandato.

In pratica, ciò si verifica nel momento in cui, in corso di mandato, il debito verso l'erario non è particolarmente remoto, occulto o di difficile accertamento (imposte e tasse dovute, come già accennato, sulla base dell'ultima dichiarazione) e non vi si adempie, pur in presenza di liquidità sufficiente, nel termine stabilito.

Questo, peraltro, è l'orientamento dei giudici della Corte di cassazione così come emerge dalla lettura delle sentenza 39437/14 e 38687/14.

5 gennaio 2015 · Giorgio Valli

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartella esattoriale - spese di notifica, aggio di riscossione, interessi di mora
Per alcuni enti creditori la legge ha introdotto nuovi atti che sostituiscono la cartella esattoriale: l'avviso di addebito dell'Inps, che dal 1° gennaio 2011 ha preso il posto della cartella di pagamento per i crediti di natura previdenziale; l'accertamento esecutivo, che dal 1° ottobre 2011 ha sostituito in parte la ...
Recupero crediti di lavoro per differenze retributive - legittimo pretendere gli importi delle ritenute versate dall'azienda prima del pignoramento
In tema di recupero dei crediti di lavoro per differenze retributive, è legittimo il pignoramento attivato dal lavoratore per ottenere l'importo delle ritenute già versate all'erario prima della notifica dell'atto. Per giurisprudenza consolidata, infatti, l'accertamento e la liquidazione del credito spettante al lavoratore per differenze retributive devono essere effettuati al ...
INPS – Tasso degli interessi di differimento e misura delle sanzioni civili
L'Inps, con circolare numero 92 del 21 ottobre 2008, e l'Inail, con circolare numero 63 del 16 ottobre 2008, hanno reso noto che, rispettivamente, con decorrenza 15 e 8 ottobre 2008, la misura del tasso di dilazione, di differimento e le somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi ...
Omissione contributiva - Gli atti interruttivi della prescrizione si estendono anche alle sanzioni civili
Tutti gli atti interruttivi posti in essere dall'INPS non contengono alcun riferimento specifico alle sanzioni civili: la domanda che ci si pone è se si estendono anche al credito dell'INPS per le sanzioni civili gli effetti degli atti interruttivi posti in essere con riferimento al credito per omissione contributiva. Nella ...
Risponde del reato di omesso versamento IVA il liquidatore di srl entrato in carica prima della scadenza dei termini di pagamento
In tema di omesso versamento dell'IVA da parte di una società a responsabilità limitata, versa quantomeno in dolo eventuale il soggetto che, subentrando ad altri dopo la dichiarazione di imposta e prima della scadenza del versamento, abbia assunto la carica di liquidatore, senza aver compiuto il previo controllo, di natura ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca