Scaduto contratto di locazione coperto da fideiussione assicurativa - Perché devo pagare ancora?

Nel 2005 ho fatto una fideiussione con Allianz assicurazioni per un contratto di locazione di un appartamento il cui proprietario è l'Agenzia dal Demanio.

Questo contratto è scaduto nel 2010 ma ancora sto pagando il premio assicurativo. L'assicuratore mi dice che deve essere l'Agenzia del demanio a svincolare l'obbligo e che fino a che non ci sarà la comunicazione sono obbligato a pagare.

Ora vorrei sapere se di fatto l'assicurazione risponde ancora, anche se sono passati ormai 7 anni dalla scadenza del contratto, o se ormai è tutto in prescrizione e quindi sto pagando un servizio che non potrà mai essere erogato.

Dalla sua sommaria esposizione del problema possiamo solo dedurre che alla scadenza del contratto di locazione, l'Agenzia del Demanio abbia chiesto al fideiussore assicurativo il rimborso di canoni di locazione non versati per morosità o il risarcimento per danni causati all'immobile concesso in locazione. E che, pertanto, lei stia saldando ratealmente al fideiussore (come previsto dal contratto sottoscritto) il credito che egli vanta nei confronti del conduttore (rivalsa) per quanto pagato all'Agenzia del Demanio.

Altrimenti, come sancito dall'articolo 1957 del codice civile, se non viene fissato alcun termine di validità e efficacia della fideiussione, il creditore garantito (l'Agenzia del Demanio) ha sei mesi di tempo, dopo la scadenza del contratto di locazione, per esigere il proprio credito nei confronti del fideiussore (Allianz) e, quindi, del debitore; se, invece, la fideiussione è limitata allo stesso termine del contratto di locazione, il tempo per proporre istanza di rimborso, si riduce a due mesi. In ogni caso, il premio per la fideiussione prestata dalla compagnia assicurativa in favore del Demanio, non è più dovuto dopo la scadenza del contratto di locazione.

Pertanto, se durante la locazione dell'appartamento ha pagato puntualmente il canone pattuito e non ha arrecato danni importanti al bene locato, se non quelli derivanti dall'ordinaria usura, le conviene chiedere, per iscritto, alla compagnia assicurativa le motivazioni dei reiterati pagamenti da cui è tuttora gravato e, se necessario, segnalare la questione all'IVASS con un reclamo.

5 marzo 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fideiussione assicurativa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Nullità della pattuizione occulta finalizzata a determinare un importo del canone di locazione superiore a quello risultante dal contratto scritto e registrato
Com'è noto, è nulla ogni pattuizione volta a determinare un importo del canone di locazione ad uso abitativo superiore a quello risultante dal contratto scritto e registrato. E' fatto carico al locatore di provvedere alla registrazione nel termine perentorio di trenta giorni, dandone documentata comunicazione, nei successivi sessanta giorni, al ...
Casse professionali di previdenza e assistenza - La prescrizione per i contributi dovuti e non versati
L'obbligo di versamento del contributo soggettivo scatta automaticamente in tutti i casi di esercizio continuativo della professione: per ogni annualità di contribuzione, la prescrizione inizia a decorrere dalla data di trasmissione alla Cassa professionale, da parte dell'obbligato, della comunicazione relativa all'ammontare del reddito professionale dichiarato ai fini Irpef per l'anno ...
Contratto autonomo di garanzia e fideiussione - Differenze
In cosa si distingue un contratto autonomo di garanzia dalla fideiussione? Il carattere distintivo del contratto autonomo di garanzia è costituito dall'assenza dell'elemento dell'accessorietà; nel contratto autonomo di garanzia il garante non ha facoltà di opporre al creditore le eccezioni spettanti al debitore principale, in deroga alla regola essenziale posta ...
All'avvocato non basta l'invio di una nota spese al cliente per interrompere il decorso della prescrizione presuntiva
Com'è noto, se sono trascorsi tre anni dalla data in cui il professionista può dimostrare di aver erogato al cliente una certa prestazione, interviene la prescrizione presuntiva, il debito può considerarsi saldato ed il diritto del creditore estinto. Salvo che il professionista non produca scritti del cliente (ad esempio una ...
Contratto H3G e penale per inadempienze - Come ci si deve comportare?
A ottobre 2012 ho disdetto anticipatamente un contratto H3G con abbonamento top 400 per l'acquisto di un samsung galaxy S3: il contratto prevedeva un finanziamento da me onorato al momento della chiusura e consigliato dall'operatore. Ho effettuato la migrazione di operatore usando la portabilità del mio vecchio numero di telefono. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca