Ritardo nello sblocco del conto corrente pignorato – Posso chiedere i danni?


Ho subito un pignoramento del conto corrente il 29 ottobre: innanzi tutto mi hanno pignorato tutto senza lasciare l’importo minimo sociale
poi se ne sono resi conto dopo una decina di giorni. Il 14/11 ho effettuato il pagamento di quanto dovuto ed il legale ha inviato rinuncia il 17/11 e ad oggi, 09 gennaio 2019 il mio conto corrente è ancora bloccato!

Posso richiedere dei danni? Su che base di legge?

Il creditore ha esercitato il proprio, legittimo, diritto ad escutere il debitore inadempiente e la banca (terzo pignorato) è stata nominata dal giudice custode del bene pignorato ed in quanto tale costretta, dalla normativa vigente, a mantenere il conto corrente bloccato, se non è riuscita a prelevare dal saldo disponibile l’importo indicato nel precetto aumentato della metà. Resta il giudice che ritarda ad acquisire la rinuncia del creditore procedente e ad emettere l’ordinanza di estinzione dell’azione esecutiva: ma, le poche leggi che normano la responsabilità civile del magistrato, sono più virtuali che reali, specie in ambito civile. Mi sa che i danni per il ritardo nello sblocco del conto corrente pignorato non potrà chiederli.

9 Gennaio 2019 · Carla Benvenuto



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ritardo nello sblocco del conto corrente pignorato – Posso chiedere i danni?