Ritardo nello sblocco del conto corrente pignorato – Posso chiedere i danni?

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Ho subito un pignoramento del conto corrente il 29 ottobre: innanzi tutto mi hanno pignorato tutto senza lasciare l’importo minimo sociale
poi se ne sono resi conto dopo una decina di giorni. Il 14/11 ho effettuato il pagamento di quanto dovuto ed il legale ha inviato rinuncia il 17/11 e ad oggi, 09 gennaio 2019 il mio conto corrente è ancora bloccato!

Posso richiedere dei danni? Su che base di legge?

Il creditore ha esercitato il proprio, legittimo, diritto ad escutere il debitore inadempiente e la banca (terzo pignorato) è stata nominata dal giudice custode del bene pignorato ed in quanto tale costretta, dalla normativa vigente, a mantenere il conto corrente bloccato, se non è riuscita a prelevare dal saldo disponibile l’importo indicato nel precetto aumentato della metà. Resta il giudice che ritarda ad acquisire la rinuncia del creditore procedente e ad emettere l’ordinanza di estinzione dell’azione esecutiva: ma, le poche leggi che normano la responsabilità civile del magistrato, sono più virtuali che reali, specie in ambito civile. Mi sa che i danni per il ritardo nello sblocco del conto corrente pignorato non potrà chiederli.

9 Gennaio 2019 · Carla Benvenuto



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ritardo nello sblocco del conto corrente pignorato – Posso chiedere i danni?





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!