Conto corrente cointestato pignorato e in rosso da circa due anni – Posso chiuderlo?

In breve cercherò di spiegare la situazione nella speranza di avere consigli utili per risolvere il problema. In pratica: ho un conto in banca cointestato con un mio familiare, il quale, a seguito decreto ingiuntivo, è stato pignorato il conto, l’unico attivo a suo nome e cointestato con me.

Ora questo conto è bloccato ed è in negativo di 18000 euro da circa due anni. Naturalmente, è stato certificato dalla banca, tramite liberatoria, che io sono totalmente estraneo ai fatti, e che il pignoramento è solo nei confronti del mio familiare.

La mia domanda è questa; posso chiudere da parte mia il conto? in questo caso, le spese di gestione ci sono? come vengono suddivise? generano interessi?

Insomma, la mia paura è che lasciando così le cose come si trovano, fra qualche anno la banca mi venga a chiedere i costi di gestione aumentati da interessi, more e quant’altro.

Sul conto corrente pignorato la banca non può contabilizzare interessi debitori né costi di gestione. Pur tuttavia, esiste un credito per il quale la banca è (sarà) legittimata a chiedere ai due cointestatari il pagamento del capitale e degli interessi (legali e di mora) maturati nel tempo.

Dal tenore del quesito proposto, e nello specifico dalla riferita circostanza circa il rilascio di una liberatoria ad uno dei due cointestatari, sembra di capire, però, che sia stata la stessa banca a procedere con il pignoramento del conto corrente.

Se così stanno le cose, il cointestatario non debitore, ha poco da temere essendo in possesso di una liberatoria rilasciata dal creditore.

Una volta che il saldo esistente al momento del pignoramento sia stato assegnato al creditore procedente, oppure divenuto inefficace il titolo esecutivo a seguito di pignoramento infruttuoso, il conto corrente può essere chiuso.

17 Maggio 2017 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Conto corrente pignorato ma in rosso - Possiamo chiuderlo?
Siamo una Associazione di promozione sociale che purtroppo ha avuto il conto pignorato, pur essendo fortemente in rosso ma coperto da fido. Vorremmo chiuderlo per cessare l'associazione e la banca mi propone un finanziamento per saldare il fido e chiudere il conto volevo sapere ma è possibile chiuderlo semplicemente cosi come dice la banca? ...

Estinzione unilaterale mutuo cointestato a firma congiunta e chiusura conto corrente cointestato a firma disgiunta senza il consenso dell'altro cointestatario
Con il mio ex compagno (more uxorio) ho un mutuo cointestato (firme congiunte), poggiato su conto cointestato (firme disgiunte), l'immobile invece è intestato a lui. Senza avvisarmi ha venduto casa e in seguito ha chiuso il mutuo cointestato e il conto cointestato, entrambi con la mia firma. La casa è in contenzioso giudiziario poiché non vuole darmi la mia parte del 50% del ricavato al netto dell'estinzione del mutuo. In questo modo la banca mi ha creato un danno economico non da poco non avendo ora una capitale per ricomprare una mia casa. Come è possibile che la banca abbia ...

Pignoramento Equitalia e conto corrente cointestato
A seguito di alcuni debiti con Equitalia rischio il pignoramento del conto: ho letto alcuni vostri articoli dove si evince che la procedura per il pignoramento di un conto cointestato da parte di Equitalia non è cosi automatizzata e veloce come per conto normale ma è più lenta. Ho letto ma non ho capito che il conto viene congelato dall'atto di pignoramento all'udienza. La mia domanda è: in questo caso quando arriva l'avviso di pignoramento da parte di Equitalia il conto si congela dopo qualche tempo come succede per conto normale oppure con il cointestato si riesce ad avere un ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Conto corrente cointestato pignorato e in rosso da circa due anni – Posso chiuderlo?