Recupero crediti da fallimento


Sono una ex imprenditrice di una ditta individuale, con fallimento, volevo sapere come comportarmi, in quanto si è fatto avanti un recupero crediti per recuperare un prestito. Il mio fallimento ormai è stato chiuso e io non lavoro e non ho nessun bene.
Il prestito è stato fatto a mio nome per l’attività, quindi era dentro nel fallimento.

Come posso comportarmi? Io ho riferito che non lavoro.

Se, in seguito alla procedura di ripartizione dell’attivo dell’impresa individuale fallita, l’imprenditore non ha chiesto ed ottenuto l’esdebitazione, il creditore insoddisfatto può pretendere direttamente quanto ancora gli è dovuto oppure cedere il credito residuo.

Premesso che lei non può eccepire l’inesigibilità del credito, e ammesso che dalla data di ripartizione dell’attivo non sia intervenuta la prescrizione decennale, se non ha beni o redditi che possano essere escussi, può tranquillamente ignorare la richiesta dell’attuale creditore.

7 Marzo 2019 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Recupero crediti da fallimento