Reddito di Cittadinanza – L’INPS continua a versarmi il contributo affitto che non pago più nonostante le mie reiterate comunicazioni


Usufruisco del reddito di cittadinanza da 18 mesi: ho la residenza e un contratto di affitto in un comune ed ho appena disdetto il contratto di affitto e provvisoriamente sono da un parente in un altro comune. Ho comunicato i nuovi dati per riattivare il reddito di cittadinanza e mi é stata accreditata anche la quota dell’affitto che io non pago più.

Come devo fare per rendere i soldi che non mi spettano?

Inoltre non so per quanto tempo rimarrò da mia zia. Che residenza e domicilio devo comunicare per mantenere il sostegno?
Grazie

Per tentare di regolarizzare la situazione deve spostare subito la residenza dall’unità abitativa in cui pagava il canone di locazione, portandola presso sua zia.

Peraltro, a gennaio 2021 dovrà rinnovare la DSU/ISEE per continuare a fruire del reddito di cittadinanza ed in quella sede potrà regolarizzare la sua posizione se nel frattempo avrà variato la residenza.

Per gli importi non spettanti che l’INPS continua a versarle, il consiglio è di metterli da parte: l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale non è tempestivo nel recepire eventuali variazioni, ma ha una memoria da elefante.

Se ha comunicato all’INPS, via PEC o raccomandata AR, lo spostamento di domicilio, non sarà soggetto a sanzioni, ma prima o poi dovrà restituire quanto percepito in più con il contributo affitto.

13 Novembre 2020 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Reddito di Cittadinanza – L’INPS continua a versarmi il contributo affitto che non pago più nonostante le mie reiterate comunicazioni