Condivisione appartamento reddito di cittadinanza e bonus affitto

Condivido da un anno una casa in affitto con un coinquilino ed io ho i requisiti per reddito di cittadinanza: se il contratto di affitto è cointestato posso comunque trasferire la residenza e chiedere il reddito di cittadinanza senza che il coinquilino risulti nel mio nucleo familiare? Come mi regolerò per l’importo del bonus affitto, se il contratto cointestato ha un canone di locazione complessivo di €600? Grazie

Proprio perché il contratto di locazione è cointestato, ha un titolo in più per chiedere il trasferimento di residenza presso l’abitazione che occupa insieme al convivente. All’atto della richiesta del trasferimento di residenza, dovrà dichiarare, nell’apposito modulo, che, con i componenti la famiglia anagrafica già residente (il coinquilino), non sussistono rapporti di coniugio, parentela, affinità, adozione, tutela o vincoli affettivi.

Verrà costituita una nuova scheda anagrafica (nello stato di famiglia, in pratica, comparirà solo lei), da cui deriverà un nucleo familiare autonomo formato da un unico elemento, lei.

Per quanto riguarda il contributo per la locazione erogato con il reddito di cittadinanza (bonus affitto), l’INPS dovrà legalmente presumere un importo a carico del richiedente il beneficio, pari a 300 euro mensili. Ne consegue che potrà percepire 280 euro (tetto massimo) per il sostegno al pagamento del canone di locazione.

22 Settembre 2020 · Rosaria Proietti

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Reddito di cittadinanza e bonus affitto - Come funziona?
Farò domanda per il reddito di cittadinanza e, a quanto mi è stato detto, avrò diritto all'importo di €500 + €280 per l'affitto: non ho ben capito cosa succede se l'importo dell'affitto è inferiore a €280. La differenza potrà essere usata per altre spese o viene persa? Esemplifico la situazione: il mio canone di locazione è di €200. Che fine fanno i restanti €80? ...

Che conseguenze potrei avere se andassi a vivere da solo in affitto e chiedessi il reddito di cittadinanza?
Ho 37 anni e vivo con mia madre che percepisce una pensione che fa si che io non abbia diritto al reddito di cittadinanza: nell'ultimo periodo ho trovato un lavoretto con contratto di collaborazione che mi permetterebbe di poter andare in affitto. Se facessi ciò uscirei dal nucleo familiare e potrei ambire a prendere il reddito di cittadinanza? Agli occhi del fisco avrei problemi nel giustificare l'affitto dell'appartamento? Rischio la galera facendo una cosa del genere? ...

Reddito di cittadinanza e variazioni - Abitavo in un appartamento in comodato ma ora ho trovato casa in affitto
Ho fatto un ISEE e richiesto reddito di cittadinanza: ho dichiarato che vivo in casa in comodato e il proprietario vuole che lasci la casa. Ho trovato una casa a 250 euro/mese e il proprietario e disposto a farmi un contratto a cedolare secca 3+2. Come posso fare per richiedere questo sussidio inserito nel reddito di cittadinanza? ...

Dove mi trovo?