Reddito di cittadinanza e variazioni – Abitavo in un appartamento in comodato ma ora ho trovato casa in affitto


Ho fatto un ISEE e richiesto reddito di cittadinanza: ho dichiarato che vivo in casa in comodato e il proprietario vuole che lasci la casa. Ho trovato una casa a 250 euro/mese e il proprietario e disposto a farmi un contratto a cedolare secca 3+2. Come posso fare per richiedere questo sussidio inserito nel reddito di cittadinanza?

Temo che dovrà accontentarsi, per ora, del reddito di cittadinanza senza contributo di locazione: a partire dal 16 gennaio 2020 potrà rendere una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica per il ricalcolo dell’ISEE e rinnovare la domanda di Reddito di Cittadinanza. A meno che l’INPS, nel frattempo, non renda nota una procedura per comunicare variazioni del canone di locazione.

Al momento, il modello RDC/PDC COM Esteso prevede solo la comunicazione relativa a variazioni dell’importo della rata del mutuo.

18 Maggio 2019 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Reddito di cittadinanza e variazioni – Abitavo in un appartamento in comodato ma ora ho trovato casa in affitto