Problemi con sconfinamento fido in conto corrente – Scongiurare un pericoloso effetto domino


Purtroppo a causa del lavoro non sono riuscito a pagare dei prestiti contratti con Unicredit con la quale ho anche il mutuo e il c/c, il problema è proprio quest’ultimo dove la banca malgrado non ci fossero soldi si è presa i soldi della carta di credito facendomi sconfinare.

Adesso la banca mi chiede l’intero importo indietro ma io non tutto i soldi e potrei metterli un pochino al mese, la mia paura è che mi possano fare qualcosa mandandomi in sofferenza anche il mutuo che ad oggi è regolare con i pagamenti.

Essì, se aveva un fido e ne ha sconfinato l’importo utilizzando la carta di credito, la banca ha diritto di revocare l’affidamento: conviene provvedere al più presto, perché quando accrediterà la somma destinata al pagamento della rata del mutuo, la banca potrebbe utilizzarla per coprire lo scoperto di conto, causando una morosità nel piano di ammortamento del prestito ipotecario.

Per concordare un rientro rateale del debito causato dalla revoca dello scoperto di conto e scongiurare un pericoloso effetto domino, occorre raggiungere, al più presto, un accordo con il direttore della banca.

1 Maggio 2019 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Problemi con sconfinamento fido in conto corrente – Scongiurare un pericoloso effetto domino