Prescrizione tassa automobilistica dopo avviso di accertamento - Qual è la tempistica della prescrizione?

Ho letto qualche conversazione in merito al titolo della domanda espostavii, ma non ho compreso bene le tempistiche.

Dopo aver ricevuto un primo avviso di accertamento inerente ad un bollo auto, quanto tempo deve passare perché lo stesso cada in prescrizione? Se ricevo una notifica di ingiunzione di pagamento da società di riscossioni, quanti anni devo calcolare dal precedente accertamento perché questo si ritenga prescritto? 3 anni o 3 anni e 60 giorni?

L'azione dell'Amministrazione finanziaria per il recupero delle tasse dovute per effetto dell'iscrizione di veicoli nei pubblici registri (tassa automobilistica o bollo auto) decade dopo il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento. (Corte di cassazione sentenza 316/14).

Notificato un avviso di accertamento (a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui la tassa automobilistica avrebbe dovuto essere corrisposta), bisogna considerare l'ultimo dei 60 giorni decorrenti dalla notifica dell'atto, a partire dal quale si rinnovano i termini di decadenza fissati per poter pretendere il bollo auto. E' quella la nuova data in cui poteva (e doveva) essere effettuato il pagamento dell'avviso di accertamento della tassa automobilistica.

Da questa nuova data (in cui doveva essere effettuato il pagamento dell'importo indicato nell'avviso di accertamento relativo al bollo auto) fino al 31 dicembre del terzo anno successivo, se la Pubblica Amministrazione resta inerte e non notifica al debitore un titolo esecutivo, cioè una cartella esattoriale oppure una ingiunzione fiscale, l'azione decade e la tassa non può più essere pretesa.

Una volta notificata una cartella esattoriale, oppure una ingiunzione fiscale, nei termini di decadenza, può poi intervenire la prescrizione quinquennale del credito se la Pubblica Amministrazione, nel quinquennio successivo alla notifica del titolo, non avvia o tenta di avviare un'azione esecutiva (anche infruttuosa) finalizzata ad escutere il debitore.

Abbiamo qui inteso distinguere i due concetti: si parla di prescrizione in relazione ai tempi contingentati dalla legge per l'escussione del debitore dopo la notifica di un titolo esecutivo (cartella esattoriale, ingiunzione fiscale).

Si parla di decadenza in relazione ai tempi contingentati dalla legge per la notifica di atti presupposti (avviso di accertamento) al titolo esecutivo.

Mentre la prescrizione e la decadenza hanno effetti giuridici differenti, è evidente che per il debitore gli effetti pratici della decadenza e della prescrizione sono i medesimi: quello di non pagare ciò che la Pubblica Amministrazione chiede.

24 gennaio 2018 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

bollo auto (tassa automobilistica)
bollo auto (tassa automobilistica) prescrizione e decadenza

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Prescrizione della tassa automobilistica (bollo auto)
L'azione dell'Amministrazione finanziaria per il recupero delle tasse dovute per effetto dell'iscrizione di veicoli nei pubblici registri (tassa automobilistica o bollo auto) si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento. Nello stesso termine si prescrive il diritto del contribuente al ...
La prescrizione della cartella esattoriale resta triennale per la tassa automobilistica e quinquennale per i tributi locali e i contributi previdenziali
I contributi o premi dovuti agli enti pubblici previdenziali non versati dal debitore sono iscritti in ruoli resi esecutivi, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per il versamento. In caso di denuncia o comunicazione tardiva o di riconoscimento del debito, tale termine decorre ...
Accertamento fiscale a società » Notifica valida solo presso la sede legale
Oggi affrontiamo uno dei temi più discussi in tema di notifica di accertamento fiscale ad una società: è valida o meno la notifica effettuata presso le sedi diverse dalla sede legale? In caso di accertamento fiscale notificato ad una società, questo è valido solo se la notifica degli atti tributari ...
Equitalia » Come funziona la prescrizione delle cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative
Tutte le cartelle esattoriali notificate da Equitalia sono soggette alla prescrizione, ovvero all'estinzione a seguito dell'inerzia dell'agente di riscossione, protratta per il numero di anni stabiliti dalla legge. Questi atti, di conseguenza, non devono essere pagati. La disciplina della prescrizione in discorso è, tuttavia, diversa a seconda che si riferisca ...
Ai fini della prescrizione di una sanzione amministrativa la notifica della cartella esattoriale si perfeziona solo al momento in cui l'atto perviene all'indirizzo del destinatario e non con la consegna all'ufficio postale
In tema di sanzioni amministrative, la consegna, all'ufficiale giudiziario (o al servizio postale) di un atto successivo al verbale di accertamento, non è idonea ad interrompere il decorso del termine di prescrizione quinquennale del diritto alla riscossione previsto dall'articolo 28 della legge 689/1981. Infatti, il principio generale, secondo il quale, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca