Quando si hanno troppi debiti conviene non pagare più nessuno e farsi pignorare lo stipendio?

Io ho due debiti uno con la banca intesa, che due anni fa ci siamo messi d’accordo per non farmi pignorare lo stipendio: pago 300 euro al mese e sono circa 15 mesi che sto pagando. Adesso mi arriva un precetto di una società che ha acquistato un mio debito di circa 3 mila euro del 2011, di cui non sono riuscito a completare il pagamento per licenziamento avvenuto nel 2012. Ed oggi mi arriva una comparizione davanti al giudice giorno 12 aprile per pignorarmi lo stipendio. Io non posso pagare due rate. Cosa posso fare? Poi mi possono pignorare due volte lo stipendio se decido di non pagare nessuno dei due?

Lei ha sbagliato a mettersi d’accordo con il primo creditore: voleva salvare lo stipendio dal pignoramento e adesso, come risultato, si troverà pignorato ugualmente la retribuzione con in più sul groppone una rata di 300 euro al mese.

Parafrasando un grande statista del passato, lei poteva scegliere fra il disonore e la guerra, ha scelto il disonore ed ha avuto la guerra! Tradotto, lei poteva scegliere fra l’accordo ed il pignoramento, ha scelto l’accordo ed ha avuto il pignoramento!

E, al giudice, gliene frega niente se lei paga quella rata di 300 euro/mese: tanto, sempre il 20% dello stipendio netto concederà al creditore procedente.

Non vedo, allora, altra soluzione, per poter tirare avanti, che interrompere il rimborso al creditore con cui ha raggiunto l’accordo e fregarsene della cessionaria che le ha notificato il precetto.

Per tutti i crediti della stessa natura (banche, finanziarie e privati in genere) non è ammesso un prelievo superiore al 20% dello stipendio netto percepito dal debitore sottoposto ad azione esecutiva. Quindi, il primo creditore che si rivolge al giudice becca subito, gli altri si mettono in fila e aspettano, sperando che il datore di lavoro non chiuda o licenzi il debitore.

Naturalmente dovrà prestare la massima attenzione nello svuotare il conto corrente dopo ogni accredito dello stipendio, qualora il creditore insoddisfatto decidesse di optare per il pignoramento del conto corrente. Infatti, per liberare lo stipendio accreditato sul conto corrente e pignorato illegittimamente, sarebbe comunque costretto a ricorrere, pagando un avvocato, al giudice delle esecuzioni.

27 Marzo 2018 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Troppi debiti - smettendo di pagare tutti i creditori, si può vincere un pignoramento del quinto dello stipendio
Ho dei finanziamenti in corso, una cessione del quinto, prestito con consumit e agos, carta revolving con consumit, ma non riesco più ad onorare questi pagamenti. Se smetto di pagare mi verrà fatta un altra cessione del quinto? Con agos avevo due carte revolving e un prestito di 7 anni, mi mancavano due anni per finirlo, mi hanno proposto di rinnovare il prestito sommando il debito con le carte: Io preso dal panico ho accettato il 15 di questo mese inizio a pagare di nuovo per 7 anni. Non ho casa di proprietà, sono in affitto convivo. Mi potete consigliare ...

Comunicazione di cessione del credito - La cessionaria può pignorare il mio stipendio, anche se faccio già fronte ad altri ingenti debiti?
Ho ricevuto una comunicazione da parte di un recupero crediti, dove mi comunicano che hanno acquistato il mio credito da una finanziaria e che se non provvedo al saldo del mio debito (circa 34 mila euro) entro 20 giorni, provvederanno senza alcun avviso ad azioni di recupero forzoso. Da premettere che io non Ho 34 mila euro, altrimenti avrei provveduto a fare un saldo stralcio con la finanziaria creditrice. Le mie domande sono le seguenti: Il recupero crediti può pignorare un quinto del mio stipendio? Essendo passati 7 anni, è possibile che il credito sia andato in prescrizione? Non potendo ...

Recupero crediti vuole cambializzare il debito e minaccia di pignorare lo stipendio a mio marito non debitore - Mi conviene accettare?
Ho un debito con la banca ma purtroppo io ho perso il lavoro e sta lavorando solo mio marito che ha già una cessione del quinto in busta paga e un affitto da pagare. Non ho proprietà. Da giorni mi contatta un recupero crediti: vuole fare le cambiali. Oggi ancora mi hanno contattato ancora. Vogliono che firmi le cambiali a tutti i costi entro il 22 ma io non voglio firmare e mi hanno detto che ci citeranno in tribunale. Poi mi ha aggiunto che se non pago, faranno il prelievo sullo stipendio di mio marito. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Quando si hanno troppi debiti conviene non pagare più nessuno e farsi pignorare lo stipendio?