Pignoramento quote srl di diritto estero

Mi ritrovo dopo un accertamento effettuato per una vecchia srl sammarinese del 2010 consideratala esterovestita, un debito con agenzia delle entrate pari a circa 600 mila euro, in quanto nel 2016 mi hanno aperto una società d'ufficio in Italia contestandomi un mare dì omissioni dal loro punto di vista (GDF).

Ho effettuato un primo ricorso tramite i miei commercialisti italiani ed è stato rigettato.

La mia domanda è questa: Essendo adesso socio di una srl estera comunitaria, ma non ancora iscritto all'AIRE, possono in qualche modo rivalersi anche su questa mia attività?
Quali consigli potete darmi in merito, sono davvero disperato e preoccupato, non voglio che mi finiscano di rovinare la vita.

Il pignoramento di quote srl è una procedura assai difficile da portare a termine, quasi impossibile considerando che nella fattispecie si tratta di un soggetto di diritto estero è che è sempre difficoltoso quantificare il valore della quota in possesso del debitore rispetto al valore complessivo della società

Le resterà sul groppone il debito di 600 mila euro nell'attesa che si materializzi qualche occasione, in Italia, per consentire ad Agenzia delle Entrate Riscossione, di procedere direttamente nei suoi confronti (o presso terzi) con pignoramento ed espropriazione.

29 gennaio 2019 · Stefano Iambrenghi

Altre discussioni simili nel forum

responsabilità patrimoniale dei soci e degli amministratori

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca