Pignoramento dello stipendio - Per quanto tempo al massimo può andare avanti la trattenuta?

Per quanto tempo al massimo può andare avanti la trattenuta di un quinto dello stipendio da parte del creditore? Mi spiego: supponendo che dal mese di gennaio 2018 vengano versati dal mio stipendio 300 euro al mese per un debito di 70 milaeuro, ci vorrebbero minimo 20 anni per estinguerlo. Se io andassi in pensione tra 5 anni, la pensione non potrebbe essere pignorata per circa 750 euro (se ho ben capito) e quindi la cifra di 300 euro diventerebbe dopo 5 anni 150. È corretto? Nel caso io non riuscissi a estinguere il debito questo verrebbe annullato o passerebbe ai miei eredi?

E nel caso, secondo voi si potrebbe proporre fra cinque anni un saldo a stralcio sull'importo residuo anche se è in corso il pignoramento dello stipendio? Tipo residuo ancora di 40 mila euro chiedo la chiusura del debito con 20 mila o una volta intervenuto il giudice non si può tornare indietro?

I suoi ragionamenti ed i suoi calcoli sono corretti: si presume che lei sia uno dei pochi fortunati a poter andare in pensione con il regime retributivo e non con quello contributivo.

Qualora non riuscisse ad estinguere in vita il debito azionato, quello residuo passerà a carico dei suoi eredi.

Potrà sempre raggiungere un accordo con il suo creditore per una chiusura a saldo stralcio: magari sarà anche fortunato a contattarlo in un momento in cui egli avesse bisogno di immediata liquidità.

17 febbraio 2018 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cessione del quinto dello stipendio - Vessatoria la clausola intesa a vincolare l'intero TFR a garanzia del finanziamento e non solo l'importo relativo al debito residuo
La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una forma di credito ai consumatori non destinata in modo specifico all'acquisto di determinati beni o servizi. Il finanziamento può avere una durata massima di 120 mesi; il debitore si obbliga al rimborso del finanziamento attraverso la cessione volontaria al ...
Pignoramento esattoriale dello stipendio - E le pensioni?
Per quel che attiene le disposizioni sulla riscossione coattiva delle imposte sul reddito, l'articolo 72 ter del dpr 602/1973 si occupa, in particolare, di limiti di pignorabilità delle retribuzioni percepite da lavoratori dipendenti, debitori inadempienti, quando soggetti ad azione esecutiva avviata da Equitalia. La norma in commento prevede che le ...
Pignoramento dello stipendio o della pensione come consolidamento debiti
Vorrei illustrarvi la mia attuale situazione debitoria alquanto complessa: praticamente ho una cessione del quinto e un prestito delega sullo stipendio.   Poi in virtù di investimenti sbagliati e bisogni economici impellenti ho stipulato vari rid bancari. Di cui tre particolarmente onerosi. Riesco a pagare facendo i cosidetti salti mortali. ...
Pignoramento dello stipendio - Le nuove norme per crediti di natura esattoriale
La conversione in legge del decreto per la semplificazione degli adempimenti fiscali, contiene importanti novità in tema di pignorabilità di stipendi e pensioni. Il decreto introduce un limite di pignorabilità presso terzi per stipendi, salari o altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego parzialmente derogando, per la ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca