Pignorabilità di indennizzo assicurativo una volta confluito in conto corrente

Mi trovo nella situazione di aver ricevuto tramite assegno circolare circa un anno fa un indennizzo assicurativo per un importo di circa 65 mila euro. Altresì sono debitore (per modo di dire ma cosi pare) nei confronti di Equitalia. La mia domanda è questa: può Equitalia una volta che verso l'assegno entrare in possesso del ristoro che ho avuto oppure non può entrare in merito a denari avuti per tali finalità? Infine se la risposta fosse negativa vi chiedo come posso difendermi eventualmente per non veder pignorato (ingiustamente) tali somme.

Non entriamo nel merito della questione inerente la possibilità del creditore di procedere al pignoramento presso terzi (la compagnia assicurativa) delle somme dovute al debitore come indennizzo, dal momento che, sul tema, la giurisprudenza di legittimità non ha un orientamento univoco.

Tuttavia, possiamo affermare con certezza che quando il creditore pignorante sottopone a pignoramento somme esistenti presso un istituto bancario ove il debitore intrattiene un rapporto di conto corrente e sul quale affluisce anche una somma per l'indennizzo del titolare, il credito dei debitore che viene pignorato è il credito alla restituzione delle somme depositate, che trova titolo nel rapporto di conto corrente.

Sono, quindi, del tutto irrilevanti le ragioni per le quali quelle “somme” sono state versate su quel conto: il denaro é bene fungibile per eccellenza (Cassazione, sentenza 17178/12).

E' proprio il caso di affermare che, una volta confluite nel conto corrente, le somme percepite a titolo di indennizzo risultano completamente “riciclate”, perdendo qualsiasi relazione con la propria origine e trasformandosi in denaro che non ha più alcuna specifica individualità.

19 maggio 2016 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento
pignoramento conto corrente e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Alla banca l'onere di ricostruire l'intero rapporto di conto corrente una volta esclusa la validità delle clausole di calcolo degli interessi
Una volta esclusa la validità della clausola in base alla quale sono stati calcolati gli interessi, soltanto la produzione degli estratti conto a partire dalla data di apertura del conto corrente consente di pervenire, attraverso l'integrale ricostruzione del dare e dell'avere con l'applicazione del tasso legale, alla determinazione del credito ...
Riconoscimento dell'assegno divorzile - Non è influenzato dalla durata del matrimonio
L'accertamento del diritto all'assegno divorzile si articola in due fasi, nella prima delle quali il giudice verifica l'esistenza del diritto in astratto, in relazione all'inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente, raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito in ...
Errori e disservizi sul conto corrente - Il cliente ha diritto al risarcimento del danno
Inefficienze del servizio di home banking, errati addebiti per l'invio non richiesto di documentazione cartacea, addebito del premio di una polizza precedentemente annullata, addebiti e riaccrediti privi di giustificazione, addebiti di costi per operazioni di bonifico in misura eccedente il pattuito, ritardi nella sistemazione dei problemi segnalati. Questo ed altro ...
Assegno tratto su conto corrente di una società - non basta la sola firma del rappresentante
Quando l'assegno è tratto su conto corrente intestato ad una società, il titolo deve contenere tutte le informazioni che consentano la chiara, certa ed univoca identificazione del soggetto giuridico titolare del conto corrente. In pratica, accanto alla firma o sigla del rappresentante, deve essere indicata la denominazione sociale, al fine ...
Assegno sociale - il conto in banca può determinare il diniego al beneficio
Com'è noto, a chi abbia compiuto 65 anni, sia sprovvisto di reddito, ovvero percepisca un reddito di importo inferiore ai limiti minimi stabiliti dalla legge, è corrisposto un assegno denominato assegno sociale Peraltro, l'assegno sociale non è gravato da imposte, non è reversibile ai familiari superstiti, non è cedibile, non ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca