Debiti contributivi – Pignoramento dell’importo di un prestito dietro cessione del quinto della pensione una volta confluito sul conto corrente


Sto per chiedere un prestito con cessione di un quinto: sulla rata della mia pensione (pensavo 5 mila euro) a una finanziaria: la mia paura è che avendo debiti con cartelle per contributi non pagati a INPS mi venga pignorata non appena arriva sul conto corrente dove mi arriva la pensione di 700 euro.

Il suo è un timore ben fondato: prima di procedere dovrebbe avere individuato il conto corrente di un terzo (amico o parente fidato) su cui dirottare l’importo del prestito una volta accreditato sul suo conto corrente.

Se non ha amici o parenti a cui affidare l’importo del prestito, l’unica è ricorrere alla classica mattonella. Se sarà attento e pronto a ritirare in contanti i soldi appena accreditati dal prestatore (è un suo diritto e nessuno può negarglielo) Agenzia delle Entrate Riscossione non riuscirà a pignorarle il conto corrente per tempo.

22 Gennaio 2021 · Chiara Nicolai



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Debiti contributivi – Pignoramento dell’importo di un prestito dietro cessione del quinto della pensione una volta confluito sul conto corrente