Permesso legge 104 per assistere figlio disabile che vive con me, ma ha la residenza altrove


Sono il padre di un figlio bambino di 4 anni a cui è stata riconosciuta, purtroppo, una disabilità grave ai sensi della legge 104 comma 3: Sono in insegnante di scuola pubblica, io e mio figlio abitiamo insieme lui ha il domicilio sanitario nella mia città, va a scuola nella mia città, ma ha la residenza fuori regione.

Visto però che come palese abita con me, posso comunque usufruire della legge 104 (3 giorni), oppure il fattore residenza diventa ostativo?

Per godere dei permessi previsti dalla legge 104 è necessario essere lavoratori dipendenti (anche se con rapporto di lavoro part-time) e assicurati per le prestazioni economiche di maternità presso l’INPS.

Inoltre, la persona che chiede o per la quale si chiedono i permessi deve essere in situazione di disabilità grave ai sensi dell’articolo 3, legge 104/1992 riconosciuta dall’apposita commissione medica integrata ASL/INPS.

Altro requisito è che la persona da assistere non sia ricoverata a tempo pieno presso strutture ospedaliere o simili, pubbliche o private, che assicurano assistenza sanitaria continuativa.

Al momento, la normativa vigente non prevede che genitore assistente e figlio assistito debbano avere la medesima residenza o che genitore assistente e figlio assistito debbano avere residenza nella medesima regione.

25 Maggio 2019 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Permesso legge 104 per assistere figlio disabile che vive con me, ma ha la residenza altrove