Pagare affitto con Rdc in situazioni di condivisione casa


Condivido una casa in affitto con un coinquilino, entrambi abbiamo la residenza nella casa di cui siamo affittuari ed entrambi siamo regolarmente registrati sul contratto d’affitto: io ho ottenuto il reddito di cittadinanza come nucleo familiare da una sola persona non avendo alcuna relazione fiscale/parentale con il mio coinquilino e Finora il bonifico al proprietario di casa lo ha fatto lui per l’intera cifra ed io pagavo a lui in contanti la mia metà. Come mi devo regolare ora per utilizzare la carta del reddito cittadinanza?

Posso effettuare un bonifico della metà del canone al mio coinquilino (essendo in ogni caso il suo codice fiscale registrato sul contratto d’affitto che a mia volta ho identificato nella domanda di reddito cittadinanza) oppure devo chiedere al padrone di casa di poter fare 2 bonifici separati, ciascuno della sua quota? Altro risvolto: il mio coinquilino è intestatario delle utenze luce e gas, che ovviamente paghiamo a metá. anche in questo caso: posso pagare la bolletta che è a lui intestata con la mia carta Rdc (l’utenza ovviamente coincide con il mio indirizzo di residenza e di contratto di affitto).

Per minimizzare problemi con INPS che possono derivare da incroci di dati registrati nell’anagrafe patrimoniale di Agenzia delle Entrate, il consiglio è quello di effettuare il bonifico addebitato su carta RDC ed indirizzato al locatore per l’importo dichiarato in DSU/ISEE (anche se superiore al massimo della componente affitto che le è stata erogata con il Reddito di Cittadinanza) corrispondente al 50% del canone di locazione pattuito con il contratto di affitto cointestato.

Per quanto riguarda le utenze luce, acqua e gas il suggerimento è quello di contribuire cash ai consumi relativi ai contratti di fornitura intestati esclusivamente al suo coinquilino.

23 Febbraio 2021 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?