Naspi anticipata decurtata per debiti con Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia)?

Ho chiesto la naspi anticipata, regolarmente accettata in data 13/11 dove vedevo dicitura "pagamento effettuato in data 13/11" oggi è cambiata la dicitura e mi esce "pagamento completato in data 18/11".

Siccome ho problemi con cartelle Equitalia e ho letto su questo forum che bloccano la naspi anticipata volevo sapere se visto che la dicitura è pagamento completato potevano ancora bloccarmeli, esperienze?

Io ho 3.900 euro da dare a Equitalia, ma ho fatto una rateizzazione e sto pagando a rate, cioè ho pagato solo la prima con scadenza dicembre la prossima scade a gennaio. Poi leggo, nell'articolo 48 bis del dpr 602/1973: A decorrere dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui al comma 2, le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e le società a prevalente partecipazione pubblica, prima di effettuare, a qualunque titolo, il pagamento di un importo superiore a cinquemila euro, verificano, anche in via telematica, se il beneficiario è inadempiente all'obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento per un ammontare complessivo pari almeno a tale importo e, in caso affermativo, non procedono al pagamento e segnalano la circostanza all'agente della riscossione competente per territorio, ai fini dell'esercizio dell'attività di riscossione delle somme iscritte a ruolo.

Ok il problema è questo, l'Inps mi deve 11.000 euro e quindi faranno le verifiche con Equitalia, ho un la cartella di 3.900 euro, da quello scritto li mi sembra di capire questo, che loro se ti devono dare più di 5 mila fanno le verifiche e fin lì ok, ma poi dice "dalla notifica di una o più cartelle di pagamento per un ammontare complessivo pari almeno a tale importo" quindi mi sembra di capire che se la mia cartella non arriva a tale importo cioè in questo caso 5 mila non possono fare nulla. A leggerlo mi sembra ci sia scritto cosi.

Lei non ha alcun problema riguardo alla possibile applicazione dell'articolo 48 bis del dpr 602/1973 rispetto alla NASpI anticipata di cui ha fatto richiesta: ciò in quanto il debito di 3 mila e 900 euro è stato rateizzato.

Se così non fosse stato, Agenzia delle Entrate Riscossione avrebbe pignorato presso l'INPS l'importo di 11 mila euro spettante al debitore, disponendo l'assegnazione della sola differenza fra gli 11 mila euro dovuti dall'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, a titolo di NASpI anticipata, e i 3.900 vantati come credito dalla Pubblica Amministrazione.

19 novembre 2019 · Rosaria Proietti

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

indennità di disoccupazione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca