Minaccia di fermo amministrativo e/o pignoramento per omesso pagamento tassa spazzatura - Perchè una società privata e non Equitalia?

Ho ricevuto da una società di recupero crediti privata una richiesta di pagamento riferita ad una rata non pagata della spazzatura del 2013. In netta evidenza le minacce di pignoramento e blocco amministrativo dell'unico mezzo di locomozione in mio possesso. La domanda è: può un comune mettere così in difficoltà una persona? (non ho altri debiti nei confronti del comune) Perchè non Equitalia, ma un privato di un'altra regione? Mi posso opporre?

Non tutta la Pubblica Amministrazione si affida al recupero crediti mediante procedura di iscrizione a ruolo e affidamento del carico ad Agenzia Entrate Riscossione (Equitalia è già defunta da un pezzo) con emissione di una cartella esattoriale.

La pretesa, in in un tale scenario, può essere portata all'attenzione del debitore tramite la notifica di un atto di ingiunzione fiscale di cui può occuparsi una struttura in house dell'ente o, addirittura, una società concessionaria esterna (aggiudicataria di una gara pubblica), anche dislocata in una regione diversa da quella in cui è ubicato il Comune creditore.

Può certamente opporsi alla richiesta di pagamento correttamente notificata, ma solo nel merito, se ha già pagato la tassa o non spettava a lei pagarla o, ancora, qualora ritenesse di dover pagare la tassa in misura minore rispetto a quella ingiunta.

4 aprile 2018 · Genny Manfredi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

accertamento per TASI TARI TARES IMU TARSU TIA ICI

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca