Fine sospensione patente per guida in stato di ebbrezza – E adesso?

Esattamente il 30 Maggio di quest’anno, sono stato fermato da una pattuglia della polizia stradale fuori da una discoteca, dopo una serata passata con gli amici: mi è stato fatto l’alcol test e sono risultato positivo.

Mi è stato riscontrato un valore di 0,9 g/l nel sangue.

Così, mi è stata ritirata la patente e notificato un provvedimento di sospensione per mesi sei.

Ora, il 30 novembre, scadrà la sospensione. Mi recapiteranno di nuovo la patente a casa e finirà lì?

Se non così, come funziona la procedura?

Signor Anonimo, mi dispiace deluderla, ma la questione è molto più complessa di come lei l’ha facilmente descritta: la procedura è molto più lunga ed esosa sia in termini economici che pratici.

Per prima cosa vale la pena avvertirla che sopra gli 0,8 g/l si rientra in uno scaglione che configura un illecito dal punto di vista penale.

Possibile, dati i tempi lunghissimi della giustizia italiana, che non le sia stata ancora notificata un elezione di domicilio da parte del gip. Prima, o poi, però, ciò avverrà e lei dovrà trovarsi un avvocato.

Infatti, la guida con tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/l è perseguita con l’ammenda da 800 a 3200 euro, l’arresto fino a 6 mesi e la sospensione patente da 6 mesi ad 1 anno.

Naturalmente, se lei è incensurato se la caverà con una pena sospesa e la condizionale (non andrà in galera). Se il suo avvocato è bravo, potrebbe puntare addirittura sui servizi sociali. In caso di patteggiamento l’ammenda (multa) sarà sospesa. Dovrà comunque pagare l’onorario al suo legale.

Passiamo però ora alla parte tecnica, quella più tortuosa e complessa: ovvero riottenere il permesso alla guida.

Ebbene, dopo il periodo di sospensione, lei sarà sottoposto a delle visite (costosissime) per la verifica dell’attitudine psico-fisica alla guida.

Le visite sono effettuate dalla Commissione Medica Locale della sua città e sono a carico esclusivo dell’interessato (lei).

Per la prima volta (cosa significa lo spiegherò dopo) si tratta di sei esami a sorpresa: alcol/urine più visita psichiatrica e test psicologico.

Ogni volta che dovrà presentarsi le sarà inviato un sms sul cellulare.

Il costo si aggira sui 600 euro circa.

Comunque, se voleva riprendere la patente in tempi brevi, era necessario prenotare le visite (all’Asl di riferimento) almeno due mesi prima della data di fine sospensione.

E’ innumerevole, infatti, il numero delle persone che svolgono questi esami e i tempi di prenotazione, spesso, scavallano.

Comunque, ormai la frittata è fatta. Non aspetti a casa inutilmente il rinvio della patente e vada a prenotare le visite.

In ultimo, come ciliegina sulla torta, c’è da dire che dopo che avrà sostenuto positivamente le visite (senza che vengano riscontrate nei test dipendenze da alcol o da droghe, i test sono a tappeto) la patente le sarà restituita, ma solo a tempo determinato.

Pensa che stia scherzando? Purtroppo no.

La prima volta potrà, di solito, potrà rientrare in possesso delle facoltà di guida per sei mesi, dopodiché sarà obbligatoriamente sottoposto ai test (sempre a sue spese).

La questione andrà avanti per molto tempo.

Sovente i rinnovi sono così disposti: sei mesi, un anno, due anni, tre anni, cinque anni ed infine dieci anni, come una patente normale.

Per cui lei, praticamente, potrà dormire sonni tranquilli e non pensare più ai fantasmi della commissione medica esattamente tra dieci anni da oggi.

Mi dispiace, le auguro buona giornata.

24 Novembre 2017 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Guida in stato di ebbrezza » Se non si impugna la sospensione della patente la stessa diventa definitiva
La sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza, se non si impugna, diventa definitiva. La sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza ha carattere cautelare ed è autonomamente impugnabile, ma se non si impugna i suoi effetti si consolidano e il destinatario non può far valere in nessuna sede giurisdizionale le proprie doglianze. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 20270/14. Come chiarito ampiamente nel nostro blog, il codice della strada prevede la sospensione della patente nei casi di guida sotto l'influenza di alcool o in stato di alterazione psicofisica per uso ...

Guida in stato di ebbrezza e ritiro definitivo della patente - Cosa sta succedendo?
Buongiorno a mio marito l'anno scorso è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza e la condanna è stata sospensione della patente per sei mesi e una multa di 1600 euro: purtroppo non abbiamo potuto pagare. Nonostante le visite periodiche con la commissione medica sempre andate bene oggi ho ricevuto una telefonata dal comando dei vigili che sollecita mio marito a presentarsi nei loro uffici per un definitivo ritiro della patente per una ordinanza della prefettura di Brescia. Cosa dobbiamo fare adesso? ...

Guida in stato di ebbrezza - Lavori di pubblica utilità? No sospensione patente
Sono stato processato per guida in stato di ebbrezza, senza stare troppo a dilungarmi sul quando e come: in tribunale ho patteggiato, commutando la pena con i lavori socialmente utili, e così facendo ho tentato di evitare la sospensione della patente. Purtroppo, però, il giudice non ha voluto saperne per quanto riguarda la sospensione. Cosa posso fare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fine sospensione patente per guida in stato di ebbrezza – E adesso?