Distacco energia con avviso mai ricevuto

Ho subito il distacco dell'energia elettrica in data 10/12/2014: ho contattato il fornitore (ENEL) e dopo aver ricevuto i dati ho subito effettuato il pagamento (90,12 €).

La scadenza della bolletta era il 24/10/2014. Mai ricevuta.

L'operatore mi ha comunicato che in data 11/11/2014 è stata inviata una raccomandata presso il mio domicilio con il preavviso di distacco datato 01/12/2014.

Avviso mai ricevuto.

Ho verificato i dati della raccomandata - la bolletta inviata come posta ordinaria non è tracciata - e in effetti sul sito di Poste Italiane risulta presa in carico il 13/11/2014, ma mai consegnata presso il mio indirizzo.

Alla prossima bolletta emessa mi verranno addebitati i costi di riallaccio (circa 60,00 €) posso in qualche modo evitare tale pagamento? Mi spetta un rimborso in bolletta come da delibera 67/2013/R?

Accade spesso che il preavviso di distacco torni al mittente senza riuscire a perfezionare la notifica al debitore. Ciò nonostante l'esercente sospende la fornitura e poi accolla al cliente i costi per l'eventuale ripristino dell'alimentazione elettrica. Anche se sa benissimo che la comunicazione non è stata recapitata al cliente per il motivo che il postino riporta nella ricevuta di ritorno.

Cosa fare? Innanzitutto pagare la bolletta che include i costi di riallaccio, quindi presentare formale reclamo (con raccomandata A/R) al fornitore, nella fattispecie l'Enel, lamentando la notifica non correttamente perfezionata del preavviso di distacco.

A questo punto bisognerà attendere che passino 40 giorni dalla data di ricevimento del reclamo da parte di Enel. La risposta, se ci sarà risposta, sarà comunque evasiva e, come da prassi, non le verrà concesso lo storno dei costi di riallaccio.

Decorsi i 40 giorni, andrà presentato reclamo, sempre con raccomandata A/R a:

Sportello per il consumatore di energia
Reclami e Segnalazioni
Via Guidubaldo Del Monte 45
00197 Roma

Lo sportello chiederà all'Enel di documentare, tramite l'esibizione della ricevuta di ritorno, la corretta notifica del preavviso di distacco; sulla base della documentazione acquisita disporrà, se del caso, il rimborso al cliente dei costi di riallaccio già addebitati in bolletta.

Il suggerimento è quello di seguire l'iter della pratica chiedendo periodicamente informazioni al numero verde 800166654.

10 dicembre 2014 · Giovanni Napoletano

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Bolletta della luce impagata e distacco senza alcun preavviso
Mi chiamo Sveva e vorrei fare una segnalazione: ho da sempre pagato regolarmente la bolletta della luce ma, qualche settimana fa, senza alcuna comunicazione, mi hanno staccato la corrente elettrica. Ho subito chiamato la società erogatrice, che mi ha informato del mancato pagamento della bolletta del mese antecedente. Io sono ...
Distacco dell'utenza di energia elettrica e/o del gas » I diritti fondamentali dei consumatori: ecco dove i fornitori non possono arrivare
Qual è la prassi, in caso di morosità (del consumatore) per il pagamento di bollette di luce o gas, che il fornitore, o il distributore, di energia deve rispettare prima di procedere al distacco dell'utenza? La crisi sta mettendo a dura prova i consumatori italiani, tanto che dai dati ufficiali ...
Distacco della fornitura di energia elettrica senza preavviso? » Scatta il risarcimento danni
Il distacco, da parte del fornitore, dell'erogazione di energia elettrica senza preavviso, e senza la prova documentale di un contratto, determina una responsabilità extracontrattuale del gestore. In questo caso, il consumatore ha diritto al risarcimento danni non patrimoniale. Ciò è quanto si evince dalla sentenza 334/2014, emessa dal giudice di ...
Cosa è il MOF (Message Of Favor) lasciato da Poste Italiane » l'avviso di cortesia
Diciamo subito che il MOF (da Message Of Favor, letteralmente messaggio di favore ma in italiano più propriamente avviso di cortesia) rappresenta nient'altro che l'avviso del primo tentativo di notifica di una cartella esattoriale effettuato da Poste Italiane per conto di Equitalia. Il codice T&T indica, appunto, il numero della ...
Riforma del condominio e distacco da impianto centralizzato di riscaldamento e raffreddamento
La riforma del condominio ha, espressamente, ammesso la possibilità del singolo condomino di distaccarsi dall'impianto centralizzato di riscaldamento o di raffreddamento ma a condizione che dimostri che dal distacco non derivino notevoli squilibri di funzionamento dell'impianto od aggravi di spesa per gli altri condomini. Il condomino che intende distaccarsi deve, ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca