Disservizi e ritardo partenza aereo - Quando e come richiedere rimborso alla compagnia

A causa di un malfunzionamento del velivolo, il volo che dovevo prendere è stato rimandato di ben tre ore: ho così perso un importante concorso a cui dovevo partecipare in un'altra città.

Vorrei sapere se posso essere rimborsato ed in che modo.

In determinate fattispecie è possibile riuscire ad ottenere un indennizzo da parte di una compagnia aerea a seguito di un disservizio che si sia verificato su un velivolo e che abbia causato disagi al consumatore.

Un aspetto del quale non tutti i consumatori sono a conoscenza è che le singole compagnie aeree si differenziano tra di loro per tipologie di servizi offerti.

Esiste una legge europea, quindi continentale, che si occupa del tema e che va a stabilire un quadro di insieme per compagnie che volano all'interno dell'Unione Europea anche in materia di risarcimenti.

Tuttavia per ciascun singolo vettore restano differenze nei comportamenti da attuare e nell'andare ad ottenere, eventualmente, tale risarcimento.

Quando si acquista un biglietto è fondamentale avere bene a mente la differenza tra compagnie di bandiera e compagnie low cost: le prime sono compagnie più grandi con le tratte che coprono distanze più lunghe e che offrono servizi di qualità teoricamente maggiore.

Le low cost offrono servizi più a buon mercato ma possono andare spesso e volentieri incontro a disservizi.

Il mercato delle low cost negli ultimi anni è letteralmente esploso e sono tantissime le realtà che oggi operano al suo interno.

Spesso soggette a ritardi o cancellazione voli, per quanto riguarda le compagnie aeree low cost il risarcimento varia a seconda del nome.

In sostanza è cosa differente richiedere un risarcimento a compagnia di bandiera come ad esempio Alitalia o Air France piuttosto che ad una piccola compagnia low cost.

In generale la norma di riferimento è il regolamento comunitario EC 261 che stabilisce i rimborsi per voli in ritardo, cancellazioni, imbarchi negati ed overbooking incluse anche le compagnie low cost.

Fanno eccezione soltanto i cosiddetti casi eccezionali, ovvero disservizi dovuti a cause di forza maggiore e non quindi a negligenza della compagnia aerea: è il caso di condizioni meteorologiche avverse, scioperi, disastri naturali, episodi di terrorismo, attentati.

Nei casi in cui il rimborso sia possibile, la prima cosa da fare è di rivolgersi alla compagnia aerea stessa, anche direttamente dal sito di riferimento, e denunciare il disservizio richiedendo quindi relativo rimborso.

Qualora non si ottenga alcuna risposta o il dovuto risarcimento è possibile rivolgersi alle competenti sedi Enac dell'aeroporto nazionale o dove il volo è atterrato, se si parla di paesi extra Ue.

Il passeggero può anche decidere di intraprendere in modo del tutto autonomo azioni legali di sua iniziativa.

28 maggio 2019 · Giovanni Napoletano

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - viaggi e vacanze

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca