Disservizi e ritardo partenza aereo – Quando e come richiedere rimborso alla compagnia


Tutela consumatore - viaggi e vacanze

A causa di un malfunzionamento del velivolo, il volo che dovevo prendere è stato rimandato di ben tre ore: ho così perso un importante concorso a cui dovevo partecipare in un’altra città.

Vorrei sapere se posso essere rimborsato ed in che modo.

In determinate fattispecie è possibile riuscire ad ottenere un indennizzo da parte di una compagnia aerea a seguito di un disservizio che si sia verificato su un velivolo e che abbia causato disagi al consumatore.

Un aspetto del quale non tutti i consumatori sono a conoscenza è che le singole compagnie aeree si differenziano tra di loro per tipologie di servizi offerti.

Esiste una legge europea, quindi continentale, che si occupa del tema e che va a stabilire un quadro di insieme per compagnie che volano all’interno dell’Unione Europea anche in materia di risarcimenti.

Tuttavia per ciascun singolo vettore restano differenze nei comportamenti da attuare e nell’andare ad ottenere, eventualmente, tale risarcimento.

Quando si acquista un biglietto è fondamentale avere bene a mente la differenza tra compagnie di bandiera e compagnie low cost: le prime sono compagnie più grandi con le tratte che coprono distanze più lunghe e che offrono servizi di qualità teoricamente maggiore.

Le low cost offrono servizi più a buon mercato ma possono andare spesso e volentieri incontro a disservizi.

Il mercato delle low cost negli ultimi anni è letteralmente esploso e sono tantissime le realtà che oggi operano al suo interno.

Spesso soggette a ritardi o cancellazione voli, per quanto riguarda le compagnie aeree low cost il risarcimento varia a seconda del nome.

In sostanza è cosa differente richiedere un risarcimento a compagnia di bandiera come ad esempio Alitalia o Air France piuttosto che ad una piccola compagnia low cost.

In generale la norma di riferimento è il regolamento comunitario EC 261 che stabilisce i rimborsi per voli in ritardo, cancellazioni, imbarchi negati ed overbooking incluse anche le compagnie low cost.

Fanno eccezione soltanto i cosiddetti casi eccezionali, ovvero disservizi dovuti a cause di forza maggiore e non quindi a negligenza della compagnia aerea: è il caso di condizioni meteorologiche avverse, scioperi, disastri naturali, episodi di terrorismo, attentati.

Nei casi in cui il rimborso sia possibile, la prima cosa da fare è di rivolgersi alla compagnia aerea stessa, anche direttamente dal sito di riferimento, e denunciare il disservizio richiedendo quindi relativo rimborso.

Qualora non si ottenga alcuna risposta o il dovuto risarcimento è possibile rivolgersi alle competenti sedi Enac dell’aeroporto nazionale o dove il volo è atterrato, se si parla di paesi extra Ue.

Il passeggero può anche decidere di intraprendere in modo del tutto autonomo azioni legali di sua iniziativa.

28 Maggio 2019 · Giovanni Napoletano

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 201 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose » Disservizi e ritardo partenza aereo – Quando e come richiedere rimborso alla compagnia. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.