Diffida ad adempiere da società di recupero crediti – Ma io lavoro da libera professionista senza busta paga


Ho ricevuto una lettera diffida ad adempiere dalla società di recupero crediti KRUK che ha acquisito da UBI BANCA un debito per un finanziamento contratto dal mio ex marito e del quale ero garante di 6.468,29€.Mi avevano già contattato ma io purtroppo non ho i soldi anche perché sono piena dei debiti lasciati dal mio ex che se ne è scappato 5 anni fa. Mi avevano proposto di rateizzare la cifra ma sto già pagando delle cartelle esattoriali Equitalia, potrei chiedere un saldo e stralcio ma temo che la cifra sarebbe sempre troppo alta da pagare in una volta sola. Se non pago mi dicono che passeranno la pratica ai loro legali.

Cosa mi conviene fare e cosa mi può succedere? Premetto che non ho proprietà ma solo una vecchia auto scassata e lavoro come libera professionista quindi senza buste paga.

Difficilmente (probabilità quasi zero) la società di recupero crediti pignorerà l’auto usata: dovrebbe anticipare i costi di procedura rischiando di recuperare dalla vendita all’asta meno di quanto anticipato.

In linea del tutto teorica, tuttavia, la creditrice cessionaria potrebbe tentare il pignoramento presso terzi se il committente delle prestazioni professionali è sufficientemente abituale (e quindi individuabile): in una simile evenienza il giudice, su istanza del creditore, intima al committente di consegnare direttamente al creditore l’importo che è dovuto al debitore.

Comunque, provi a proporre alla KRUK un piano di rientro con rate di importo sostenibile rispetto alle sue possibilità. Tentar non nuoce.

26 Settembre 2019 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Diffida ad adempiere da società di recupero crediti – Ma io lavoro da libera professionista senza busta paga