Reddito di Cittadinanza – Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro da presentare in autonomia?

Sono una studentessa secondo anno fuori corso, costituisco nucleo familiare autonomo e ricevo RDC da dicembre: non ho capito se, nel mio caso, devo sottoscrivere la DID in AUTONOMIA, entro 30 gg dall’erogazione del sussidio, o se posso aspettare la convocazione da un centro dell’impiego e cosa significa , relativamente all’esonero della DID, che in sede di conversione viene meno il riferimento ai soggetti che frequentino un regolare corso di studi e anche ai corsi di formazione.

Per sottoscrivere la DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità) al lavoro chi percepisce reddito di cittadinanza deve attendere la eventuale convocazione da parte del Centro per l’impiego.

Sono esclusi dall’obbligo di partecipazione ad un percorso di inserimento lavorativo o di inclusione sociale i componenti del nucleo familiare percipienti reddito di cittadinanza che siano minorenni, risultino già occupati, oppure frequentino un regolare corso di studi (se universitario non devono trovarsi fuori corso).

16 Gennaio 2021 · Genny Manfredi

In aggiunta alla risposta del 16/01/2020 “Reddito di Cittadinanza – Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro da presentare in autonomia?”

Ho ricevuto questo messaggio da INPS. Come devo comportarmi? “in relazione al RdC, è obbligatorio, pena decadenza dalla prestazione, sottoscrivere la DID (circ. 43/2019 – D.L. 26/2019). L’ufficio competente in merito a DID è l’ex ufficio di collocamento al quale potrà rivolgersi.”

Da qui si capisce che devo autonomamente sottoscrivere la DID, indipendentemente dalla convocazione. Sbaglio? Grazie per le delucidazioni.

L’articolo 4, comma 2, del decreto legge 4/2019 stabilisce che l’erogazione del beneficio e’ condizionata alla dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro (DID) da parte dei componenti il nucleo familiare maggiorenni, nelle modalità di cui al presente articolo …

Il richiedente e i componenti il nucleo riconosciuti beneficiari del Rdc e non esclusi dagli obblighi connessi alla fruizione del beneficio sono tenuti a rendere dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID)tramite l’apposita piattaforma digitale …

Qualora i soggetti obbligati non abbiano già presentato la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, la rendono all’atto del primo incontro presso il centro per l’impiego. In tale sede sono individuati eventuali componenti del nucleo familiare esonerati dagli obblighi ai sensi del comma 3, fatta salva la valutazione di bisogni sociali o socio-sanitari connessi ai compiti di cura.

La stessa circolare INPS 43/2029, sopra citata, non chiarisce i tempi entro i quali e le modalità con cui bisogna rendere la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro: a questo punto, per evitare complicazioni conviene recarsi al Centro per l’Impiego (ex ufficio di collocamento) competente territorialmente e rendere questa benedetta DID.

Comunque, grazie per il prezioso feedback che ci aiuterà a meglio orientare questioni simili a quella da lei posta.

22 Gennaio 2021 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Reddito di Cittadinanza e Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro - Casi di esenzione
Ho alcuni dubbi su cosa fare dopo aver ritirato carta rdc: Devo sottoscrivere in autonomia la DID oppure aspetto di essere convocato dai centri per l'impiego? In caso di sottoscrizione in autonomia, entro quanto tempo va fatto? Ho letto che possono essere esonerati dalla dichiarazione di disponibilità al lavoro coloro che frequentano corsi di formazione: la frequenza di corsi di formazione è una decisione mia oppure spetta ai centri per l'impiego decidere? Nel caso in cui volessi frequentare corsi di formazione, a quali posso iscrivermi? Esistono elenchi regionali? Quanto durano i corsi? ...

Reddito di cittadinanza - Importo di sostegno all'affitto utilizzato per fare la spesa e Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID)
Siamo una coppia di coniugi, io lavoratore dipendente con contratto a tempo determinato e mia moglie disoccupata: ai primi di maggio facemmo richiesta di reddito di cittadinanza a mio nome e, in data 21 giugno 2019, abbiamo ricevuto la card con un importo di 219 euro come sostegno all'affitto cosiddetto "Importo annuo quota B contributo affitto". Tuttavia l'importo accreditato era prelevabile al bancomat e lo abbiamo utilizzato per pagare la spesa al supermercato. Le mie domande sono: 1) I soldi ricevuti questo mese di giugno li abbiamo utilizzati per fare la spesa,e non per pagare l'affitto,(in quanto già pagato precedentemente). ...

RDC mentre si è iscritti a un corso di laurea - Sono tenuto a rendere la Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro?
Ho avuto conferma che riceverò Reddito di Cittadinanza: mi è stato detto che dopo l'approvazione della domanda del Rdc, in funzione dei miei requisiti, verrò contattato dal Centro per l'Impiego competente oppure dal Comune competente per residenza che mi fisserà un appuntamento. Io sono regolarmente iscritto a un corso di Laurea. Devo comunque rispondere a richieste lavorative? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Reddito di Cittadinanza – Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro da presentare in autonomia?