Decreto ingiuntivo notificato cinque anni fa – I creditori si saranno rassegnati?


Cinque anni fa una ho avuto un decreto ingiuntivo da una multinazionale presente in Italia che mi ha bloccato i conti e prelevato tutto ciò che avevo. Da quel giorno sono passati più di 5 anni e non ho mai lavorato e per giunta non ho mai messo soldi sul conto. Ora io mi chiedo se dovessi cominciare a lavorare questi saranno ancora lì ad aspettare o si saranno rassegnati? I conti saranno ancora bloccati? E cosa possono farmi alla peggio se lavorassi come dipendente?

Il creditore può ancora servirsi del decreto ingiuntivo notificato un lustro fa per pignorare lo stipendio percepito dal debitore inadempiente nella misura del 20% della busta paga al netto degli oneri fiscali e contributivi.

Per quanto riguarda i conti correnti pignorati al tempo, l’intestatario debitore può cominciare a riutilizzarsi appena dopo il decreto con cui il giudice assegna al creditore procedente le somme prelevate dal saldo. Fatto che dovrebbe esseri verificato da quel dì.

12 Luglio 2019 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decreto ingiuntivo notificato cinque anni fa – I creditori si saranno rassegnati?