Decadenza dal beneficio del termine per il mutuo casa - Può essere applicata dal creditore per ritardo di 7 o 18 rate?

Per un mutuo sottoscritto nel 2008, la decadenza dal beneficio del termine, può essere applicata già con 6 rate insolute? La legge attuale non ne prevede 18 di rate insolute per poter far decadere il termine?

Bisogna fare molta attenzione ed evitare confusione: a partire dal 1° luglio 2016, nei contratti di credito sottoscritti successivamente a tale data, le parti possono convenire (peraltro, si tratta di una facoltà, non di un obbligo), con clausola espressa, al momento della conclusione del contratto di credito, che, in caso di inadempimento del debitore, la restituzione o il trasferimento del bene immobile oggetto di garanzia reale o dei proventi della vendita del medesimo bene comporta l'estinzione dell'intero debito a carico del debitore derivante dal contratto di credito anche se il valore del bene immobile restituito o trasferito ovvero l'ammontare dei proventi della vendita è inferiore al debito residuo.

Se l'ammontare dei proventi della vendita è superiore al debito residuo, il debitore ha diritto all'eccedenza (patto marciano). In ogni caso, il creditore deve adoperarsi con ogni diligenza per conseguire dalla vendita il miglior prezzo di realizzo.

La clausola relativa al patto commissorio non può essere pattuita in caso di portabilità del mutuo.

Costituisce inadempimento del debitore il mancato o ritardato pagamento di un ammontare equivalente a diciotto rate mensili.

Invece, per i mutui ipotecari stipulati anteriormente al luglio 2016, la banca può invocare come causa di risoluzione del contratto l'omesso o ritardato pagamento quando lo stesso si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. A tal fine costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata.

In entrambi i casi con la comunicazione di Decadenza del Beneficio del Termine, viene concessa al debitore la facoltà di rimediare, evitando la vendita del bene, attraverso il pagamento del capitale residuo in un'unica soluzione.

16 marzo 2018 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

decadenza dal beneficio del termine (DBT)
ritardo pagamento rate prestito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La decadenza dal beneficio del termine
Decadenza del beneficio del termine per ritardi nel pagamento delle rate - Risoluzione del contratto di mutuo o di finanziamento La decadenza dal beneficio del termine è la facoltà che ha il finanziatore di esigere immediatamente il debito residuo di un prestito in un'unica soluzione, a seguito di specifiche inadempienze ...
Beneficio della sospensione del pagamento delle rate mutuo - Può accedervi anche il mutuatario licenziato per giusta causa se ha impugnato il provvedimento
Negli ultimi anni sono state realizzate diverse iniziative a sostegno della clientela in difficoltà nel pagamento delle rate di mutuo. In particolare, il 31 marzo 2015 l'ABI e varie associazioni dei consumatori hanno sottoscritto un accordo per la sospensione del credito alle famiglie. Tale accordo prevede, al ricorrere di specifiche ...
Rimborso delle imposte indebitamente versate - Il termine di decadenza per la presentazione dell'istanza è di quarantotto mesi dalla data del versamento
In tema di rimborso delle imposte, il termine di decadenza previsto dalla legge (articolo 38 dpr 602/73) ha portata generale, riferendosi a qualsiasi ipotesi di indebito correlato all'adempimento dell'obbligazione tributaria, qualunque sia la ragione per cui il versamento è in tutto o in parte non dovuto, e quindi ad errori ...
Impugnazione del licenziamento - Doppio termine di decadenza
Il licenziamento deve essere impugnato a pena di decadenza entro sessanta giorni dalla ricezione della sua comunicazione in forma scritta, con qualsiasi atto, anche extragiudiziale, idoneo a rendere nota la volontà del lavoratore anche attraverso l'intervento dell'organizzazione sindacale diretto ad impugnare il licenziamento stesso. L'impugnazione è inefficace se non è ...
Sospensione del pagamento delle rate del mutuo prima casa - Requisiti e procedura per fruire del beneficio
I titolari di un mutuo contratto per l'acquisto della prima casa possono beneficiare della sospensione del pagamento delle rate al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà, destinate ad incidere negativamente sul reddito complessivo del nucleo familiare. Può presentare domanda il proprietario di un immobile adibito ad abitazione principale, titolare di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca

Forum

Domande