Debiti con ente locale che minaccia di rivolgersi all'esattore per l'escussione coattiva - Cosa si rischia se non si paga e si possiedono beni immobili?

Io e mio fratello siamo in causa contro un ente locale per un terreno agricolo: purtroppo l'ultimo grado ci ha visto soccombere e dovremmo restituire loro circa 200 mila euro. Io sono nullatenente, ma mio fratello ha una casa di proprietà e una seconda casa in comproprietà al 50%.

L'Ente ha detto che se non paghiamo si rivolgerà ad Equitalia. Cosa rischiamo, in quanto sembrerebbe ci sia la solidarietà tra condebitori?

Suo fratello rischia l'iscrizione di ipoteca esattoriale sugli immobili di proprietà: inoltre, ai sensi dell'articolo 76 del dpr 602/1973, rischia anche l'espropriazione immobiliare che, lo ricordiamo, non può essere effettuata se l'unico immobile di proprietà del debitore, è adibito ad uso abitativo e lo stesso vi risiede anagraficamente. Mentre è consentita, nei casi diversi da quello appena indicato, se l'importo complessivo del credito, per cui l'ente locale procede, supera i centoventi mila euro.

23 gennaio 2017 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

casa - pignoramento espropriazione e vendita all'asta
ipoteca Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debito solidale e coobbligati - Rinuncia del creditore alla solidarietà verso uno dei condebitori con o senza remissione
Come sappiamo, il debito è in solido quando più debitori (condebitori) sono tutti obbligati al rimborso, in modo che ciascuno può essere costretto all'adempimento per la totalità del debito (o parte di esso) e l'adempimento di uno libera gli altri. Analizziamo, adesso, le differenze fra rinuncia alla solidarietà a favore ...
Conto corrente cointestato » La comproprietà è presunta
Se il conto corrente è cointestato si presume, per legge, la comproprietà delle somme ivi depositate. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 18504/13, ha sancito che: L'articolo 1298 del codice civile stabilisce una presunzione di solidarietà attiva dei cointestatari del conto corrente bancario, salvo ...
Debito solidale e transazione a saldo stralcio di uno dei condebitori
Facciamo l'esempio di un credito verso tre condebitori solidali, d'importo pari a 90, e ipotizziamo che la transazione a saldo stralcio sulla quota di uno dei debitori abbia determinato il pagamento di 20. La domanda: gli altri due condebitore restano obbligati per una cifra pari a 70? Non è così, ...
Procedura esattoriale ed ordinaria di escussione coattiva dei debiti
Un ente locale può mettere a ruolo i canoni d'affitto (non essendo tributi) non pagati dall'affittuario e trasmetterlo per la riscossione coattiva ad una società di riscossione? Senz’altro sì, in quanto un ente locale può affidare un servizio di recupero crediti ad una qualsiasi società specializzata. Quello che non può ...
Separazione personale » Restituzione beni e denaro? Solo se si dimostra l'esclusiva proprietà
In tema di separazione personale, qualora il coniuge pretenda la restituzione di denaro e beni dal consorte deve dimostrare la non contitolarità degli stessi. Nei confronti dei beni cointestati ai coniugi vige la presunzione di comproprietà ai sensi dell'art. 1298 c.c.. Per cui non potrà chiedere il recupero di tali ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca