Cessione del quinto e riduzione della rata mensile nel passaggio da stipendio a pensione

Argomenti correlati:

Sono un pensionato per disabilità da lavoro, e quando lavoravo avevo fatto una cessione del quinto: ora INPS mi preleva la stessa somma, ma l’importo della mia pensione è basso. Su una pensione di 859 euro me ne preleva 253. L’articolo 545 del codice di procedura civile riguarda anche le cessioni del quinto? Questa norma impone un minimo vitale. Vale anche per me?

Lei ha perfettamente ragione, ma per eccepire l’esosità della trattenuta in spregio alla normativa vigente, non va invocato l’articolo 545 del codice di procedura civile, bensì l’articolo 43 DPR 180/1950 (estensibilità dell’efficacia delle cessioni sui trattamenti di quiescenza) – Nel caso di cessazione dai servizio prima che sia estinta la cessione, l’efficacia di questa si estende di diritto sulla pensione o altro assegno continuativo equivalente, che al cedente venga liquidato in conseguenza della cessazione stessa, dalla amministrazione dalla quale dipendeva o da istituti di previdenza o di assicurazione ai quali fosse iscritto per effetto del rapporto di impiego o di lavoro ((pubblico o privato)), in base a disposizioni di leggi generali o speciali, di regolamenti organici o di contratto.

La quota da trattenere non può eccedere il quinto della pensione o assegno continuativo.

Conviene presentare immediatamente ricorso amministrativo in autotutela presso la sede territorialmente competente dell’INPS.

5 Giugno 2019 · Ornella De Bellis

Volevo chiedere oltre l’articolo 43 DPR 180/1950 posso fare appello anche alla legge 545 c.p.c.? Ho letto questa legge e non parla solo di pignoramenti ma bensi anche di cessioni, come nel mio caso, e di trattenute in genere. In subordine, anche nell’articolo 43 DPR 180/1950 vige 1/5 della differenza tra la mia pensione e l’assegno sociale aumentato della sua meta?

L’articolo 545 del codice di procedura civile si applica al pignoramento, e non alla estendibilità della cessione del quinto da stipendio a pensione. Lei è obbligato a pagare la rata di cessione del quinto, fruito prima di andare in pensione, con una trattenuta del quinto della pensione al netto degli oneri fiscali. Per quantificare la rata dovuta, non ha diritto alla preventiva detrazione del minimo vitale dall’importo percepito dall’INPS.

5 Giugno 2019 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Passaggio del dipendente a nuova società subentrata e destinazione della rata di rimborso della cessione del quinto
Ho maturato con una società il mio TFR di euro 3 mila e 450 e avevo una cessione del quinto con una rata di 214 euro. La società dal 30/02/2018 ha lasciato l'appalto ed è subentrata una nuova società operativa dal 01/03/2018. Da 5 mesi continuo a pagare la rata di euro 214. Ieri mi è arrivata da parte della vecchia società una comunicazione che il mio TFR MATURATO lo daranno tutto alla finanziaria cche ha erogato il prestito dietro cessione del quinto. Visto che sto rispettando il contratto e continuo a pagare la rata, posso chiedere che il mio ...

Quota pignorabile della pensione - Come entra in gioco la cessione del quinto?
L'articolo 545 del codice di procedura civile prevede la pignorabilità della parte eccedente la misura pari all'assegno sociale aumentato della metà, nella misura di 1/5. Assegno sociale aumentato della metà = 679,50 Quindi su pensione 1500 euro si ha: 1500-679,50 = 820 il cui 1/5 è 164 La pensione ha una trattenuta di 300 euro per cessione del quinto. Visto quanto stabilito dall'articolo 68 DPR 150/80 sulla misura pignorabile della pensione in presenza di cessione precedentemente notificata, dovendo combinare tale norma con il 545 cpc, è possibile sostenere che la quota pignorabile sia: metà della pensione - cessione (art.68)= 450 ...

Debiti pregressi in busta paga per cessione quinto e prestito delega - Come vengono rimborsati dopo il passaggio in pensione?
Sono andato in pensione dal primo agosto 2019, sulla busta paga ASL pagavo due rate per cessione quinto e delega di pagamento pari circa ad un quinto anche esso. Ad oggi sulla mia pensione non mi è stata ancora addebitata nessuna rata per il debito delle due cessioni. Con gennaio 2020 sono già sei le rate arretrate. La ASL da cui dipendevo a maggio 2019 ha inviato all'INPS solo la copia del mio contratto di cessione quinto. In questi ultimi giorni ho ricevuto dall'Istituto creditore due raccomandate per conoscenza, indirizzate all'INPS, con oggetto ritenute su pensione. Praticamente chiedono all'INPS di ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cessione del quinto e riduzione della rata mensile nel passaggio da stipendio a pensione