La comunicazione al debitore della cessione del credito può essere effettuata anche attraverso la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale? Da quando decorre la prescrizione del diritto a riscuotere per il cessionario?

Oggi ho ricevuto una raccomandata in cui mi si chiede il pagamento di un debito del 2004, ceduto nel 2010 ad un altro creditore. Io che sono il debitore non ero a conoscenza di questa cessione, ma il nuovo creditore mi comunica solo ora che non era necessaria nessuna raccomandata a/r nei miei confronti per comunicare la cessione perché vi era stata nel 2010 una pubblicazione a tal riguardo sulla Gazzetta Ufficiale. Ora vorrei capire se tale cosa è veritiera e soprattutto se tale pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale blocca i termini di prescrizione. In teoria il debito ad oggi dovrebbe essere prescritto salvo che veramente tale pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 2010 non abbia interrotto veramente legalmente i termini.

Il creditore può trasferire a titolo oneroso o gratuito il suo credito, anche senza il consenso del debitore (articolo 1260 codice civile).

Secondo l'articolo 125 septies del Testo Unico Bancario (TUB) la Banca d'Italia, in conformità alle deliberazioni del Comitato Interministenale per il Credito ed il Rùparmio (CICR), individua le modalità con cui il debitore è informato della cessione.

Con la delibera 117/2011 il CICR, all'articolo 10, stabilisce che nei casi previsti dall'articolo 125-septies del TUB, il debitore è informato della cessione del credito con una comunicazione individuale con le modalità previste dalla Banca d'Italia. Sono salvi i casi nei quali è consentita una comunicazione collettiva ai sensi di legge.

I giudici della Corte di cassazione (sentenza 7919/2004) hanno poi stabilito che la natura consensuale del contratto comporta che il credito si trasferisce dal patrimonio del cedente a quello del cessionario per effetto dell'accordo, mentre l'efficacia e la legittimazione del cessionario a pretendere la prestazione dal debitore conseguono alla notifica o all'accettazione della cessione al contraente ceduto.

In sintesi, la cessione del credito può essere notificata al debitore ceduto anche attraverso la Gazzetta Ufficiale. Dalla data di tale notifica decorrono, per il cessionario, i termini di prescrizione del diritto di pretendere dal debitore il rimborso del debito scaduto.

Naturalmente, il cessionario ha l'obbligo di indicare al debitore ceduto, perché questi possa procedere alle doverose verifiche, gli estremi della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'intervenuta cessione.

29 ottobre 2018 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cessione del credito
prescrizione - situazioni particolari
prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La notifica della cessione del credito e le implicazioni per il debitore
Come sappiamo il creditore C (tipicamente una banca o una finanziaria) che ha erogato il prestito al debitore D, può cedere il suo credito ad un soggetto terzo che indicheremo con T (tipicamente una società di recupero crediti). In un simile contesto, il creditore C viene indicato come creditore cedente, ...
Cessione crediti – La notifica al debitore
La cessione del credito, disciplinata dall'articolo 1260 del Codice Civile, è stata riformata dall'Autorità per la tutela della privacy mediante il provvedimento del 18 gennaio 2007. Più semplice è adesso la procedura di informativa da produrre in caso di cessione dei crediti. La funzione dell'informativa, in questo ambito, è di ...
Cessione del credito - Inefficace se effettuata dopo il pignoramento
La cessione del credito è efficace nei confronti del debitore ceduto quando questi l'ha accettata o quando gli è stata notificata. Il codice civile aggiunge, inoltre, che il debitore non è liberato se paga al cedente pur essendo a conoscenza dell'avvenuta cessione. La disposizione, tuttavia, non autorizza a ritenere che ...
Da quando decorre la prescrizione di un decreto ingiuntivo?
Un decreto ingiuntivo ha prescrizione decennale, non ci piove, ma ci si chiede da quale momento la prescrizione decennale decorra. La prescrizione decennale di un decreto ingiuntivo, prevista dall'articolo 2953 del codice civile, decorre non dal giorno in cui sia possibile l'esecuzione della sentenza, né da quello della sua pubblicazione, ...
Punti patente e corsi di recupero » Non serve comunicazione ufficiale
Per poter partecipare ai corsi per il recupero dei punti patente non è più obbligatorio aver ricevuto la comunicazione di decurtazione da parte del Dipartimento dei Trasporti Terrestri. Da ora, si potranno iscrivere anche gli automobilisti che abbiano avuto conoscenza della decurtazione per vie informali. Lo ha chiarito il Ministero ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca