Quale il termine e da quando decorre la prescrizione del diritto di riscuotere le rate di pensione maturate?

Ho bisogno di una consulenza legale: ho maturato rate di pensione disponibili il 24/05/2010 e non riscosse.

Volevo sapere se sono ancora riscuotibili oppure andate in prescrizione.

Le rate di pensione non riscosse entro cinque anni dal giorno della loro scadenza sono prescritte a favore dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS).

E' quanto stabilisce l'articolo 129, primo comma del regio decreto legge 1827/1935.

Per le somme liquidate come arretrati e non soggette a trattenute, la prescrizione quinquennale decorre dal giorno in cui tali somme sono state poste in pagamento.

Per le somme liquidate come arretrati ed accantonate in attesa di dichiarazione dell'interessato circa l'eventuale assoggettamento a trattenute, la prescrizione quinquennale decorre dalla data di richiesta da parte della Sede Inps della dichiarazione necessaria.

Per le rate correnti, la prescrizione quinquennale decorre dal primo giorno del mese cui la singola rata mensile si riferisce.

Per la tredicesima rata di pensione, la prescrizione quinquennale decorre dal 1° dicembre dell'anno cui si riferisce.

Per il rateo di tredicesima spettante per cessazione del diritto a pensione, la prescrizione quinquennale decorre dalla data in cui si è verificato l'evento che ha causato la cessazione.

10 marzo 2018 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione ratei pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Prestazione d'opera » la prescrizione breve per il diritto al pagamento del professionista decorre dal giorno in cui è stato portato a termine l'incarico
Presupposto essenziale ed imprescindibile dell'esistenza di un rapporto di prestazione d'opera professionale, la cui esecuzione sia dedotta dal professionista come titolo del suo diritto al compenso, é l'avvenuto conferimento del relativo incarico, in qualsiasi forma idonea a manifestare, chiaramente ed inequivocabilmente, la volontà di avvalersi della sua attività e della ...
Prescrizione e decadenza per le rate di pensione INPS
Ogni diritto si estingue per prescrizione quando il titolare non lo esercita per il tempo determinato dalla legge. In generale, secondo l'articolo 2946 del codice civile, i diritti si estinguono per prescrizione con il decorso di dieci anni, salvo i casi in cui la legge dispone diversamente. Nella fattispecie il ...
Anche la moglie separata con addebito per colpa, che non percepisce l'assegno di mantenimento, ha diritto alla pensione di reversibilità
Non è giustificabile il diniego da parte dell'INPS, al coniuge cui fosse stata addebitata la separazione per colpa, di una tutela che assicuri la continuità dei mezzi di sostentamento che il defunto coniuge sarebbe stato tenuto a fornirgli. Peraltro, la legge 903/1965, che disciplina la concessione della pensione di reversibilità, ...
Da quando decorre la prescrizione di un decreto ingiuntivo?
Un decreto ingiuntivo ha prescrizione decennale, non ci piove, ma ci si chiede da quale momento la prescrizione decennale decorra. La prescrizione decennale di un decreto ingiuntivo, prevista dall'articolo 2953 del codice civile, decorre non dal giorno in cui sia possibile l'esecuzione della sentenza, né da quello della sua pubblicazione, ...
Pensione indiretta - Di cosa si tratta
La pensione indiretta è una prestazione simile ma non identica alla pensione di reversibilità, dalla quale si distingue per il solo fatto che il soggetto deceduto non era ancora titolare di pensione, ma risultava un semplice lavoratore. I familiari superstiti hanno diritto alla pensione indiretta alla morte del lavoratore sempre ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca