Cartelle esattoriali di Equitalia e pignoramento

Mio marito ha un debito molto alto con Equitalia per tasse non pagate dalla sua vecchia società (una Società in nome collettivo). Noi siamo sposati in regime di separazione dei beni, la casa e le auto di famiglia sono intestate a me. I mobili e gli accessori acquistati di recente sono stati fatturati a me, ma diverse cose in casa sono vecchie, già presenti al momento dell'acquisto (ovviamente non riportate sul rogito in quanto era la casa dei miei genitori ed erano cose loro che mi hanno regalato). In caso di pignoramento, l'ufficiale giudiziario, oltre al suo stipendio e conto corrente (intestato solo a lui), cosa può pignorare all'interno dell'abitazione?

Non è intenzione del creditore, quando effettua il pignoramento presso la residenza del debitore tramite ufficiale giudiziario, acquisire cose vecchie che non troverebbero acquirenti in una vendita all'asta.

Il pignoramento presso la residenza del debitore si effettua per acquisire beni che potrebbero, una volta venduti, contribuire al recupero del credito azionato, non certo per svolgere funzioni di rigatteria.

Se, invece, per cose vecchie si intendono oggetti di antiquariato, allora il discorso cambia. Semmai, ci faccia sapere.

9 gennaio 2018 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartelle esattoriali di equitalia e pignoramento della casa » Diritti doveri e consigli per evitare l'espropriazione dell'immobile
Debiti per cartelle esattoriali di equitalia non pagate: è possibile perdere il proprio immobile per pignoramento? Quali sono i diritti che tutelano il debitore? Ecco alcuni consigli e doveri per evitare l'espropriazione dell'immobile. Contro il pignoramento dell'immobile, per eventuali cartelle esattoriali di Equitalia non pagate, quali sono gli strumenti del ...
Equitalia: dalle cartelle esattoriali al pignoramento dello stipendio passando per il fermo amministrativo » Breve guida alla riscossione coattiva esattoriale
Breve guida alla riscossione e al pignoramento esattoriale, cominciando dalle cartelle esattoriali fino al pignoramento degli stipendi passando per il fermo amministrativo: tutto ciò che equitalia può, e non può fare, sottolineando le tutele del cittadino. Nell'articolo che segue, vi forniremo una breve guida riguardante tutto ciò che concerne la ...
Pignoramento presso la residenza del debitore ospite della famiglia
È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con sentenza numero 7222 del 30.03.2011, ha confermato la decisione della Corte d'Appello di Milano che, allineandosi alla pronuncia di primo grado, ha annullato un pignoramento dell'immobile e degli arredi pertinenziali a carico di un debitore che, pur risiedendo lì, non era ...
Veicolo adibito a trasporto di cose - L'assicurazione RC si estende anche al terzo trasportato
Risultano coperti dall'assicurazione obbligatoria anche i danni sofferti dai soggetti trasportati su veicoli destinati al trasporto di cose, che viaggino nella parte progettata e costruita con posti a sedere per passeggeri. E' consolidata la giurisprudenza di legittimità circa l'estensione della responsabilità della compagnia assicuratrice al trasportato su veicolo adibito a ...
Equitalia e cartelle esattoriali » Il riepilogo
Dal 1° gennaio 2013, nei casi di riscossione coattiva di debiti fino a 1000 euro, la legge di stabilità 2013 ha previsto che non si può procedere alle azioni cautelari ed esecutive prima che siano trascorsi 120 giorni dall'invio, mediante posta ordinaria, di una comunicazione contenente il dettaglio delle iscrizioni a ruolo. In sostanza, con questa nuova disposizione è stata abolita la disciplina contenuta nell'art. 7 del decreto legge n. 70/2011, che prevedeva, prima di intraprendere le misure cautelari ed esecutive sui debiti fino a 2.000 euro, l'obbligo di inviare al debitore due solleciti di pagamento, di cui il secondo a distanza di almeno sei mesi dal primo. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca