Cancellazione anagrafica ex convivente


Avevo chiesto come fare a togliere la residenza al mio ex che non abita più con me: ho fatto come mi avete consigliato, sono andata all’anagrafe e ho fatto domanda di cancellazione.

Il problema è che i tempi sono lunghissimi e forse dovrò aspettare più di un anno prima che il mio ex venga cancellato dalla mia residenza .

Vorrei capire ora se posso richiedere un risarcimento per tutti i bonus e agevolazioni fiscali a cui non posso accedere perché non ho un mio ISEE essendo nel suo nucleo famigliare.

Quando un secondo soggetto chiede la residenza presso l’unità abitativa già occupata da un altro soggetto, il secondo deve presentare il modulo di consenso sottoscritto dal primo ed entrambi devono dichiarare l’esistenza di legami affettivi per essere inclusi nel medesimo stato di famiglia e, quindi, nel medesimo nucleo familiare.

L’inclusione di entrambi i conviventi nel medesimo nucleo familiare ai fini ISEE è dunque originata dalla consapevole scelta di entrambi i conviventi: ragion per cui è assolutamente impensabile che uno dei due, dopo la rottura della relazione affettiva, chieda danni all’altro per i bonus e le agevolazioni perse, avendo entrambi liberamente scelto di essere inclusi nello stesso nucleo familiare.

I tempi lunghi sono necessari per consentire alla polizia municipale di svolgere le opportune indagini sulla veridicità della irreperibilità segnalata: altrimenti, chiunque potrebbe trovarsi nella condizione di soggetto senza fissa dimora in seguito alla dichiarazione di un convivente.

1 Aprile 2021 · Roberto Petrella



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?