Cambializzazione di precedente finanziamento e rate che non riesco più a pagare - Cosa succede se non pago le cambiali?

Mi trovo in una situazione a dir poco disastrosa: ho diversi finanziamenti insoluti con alcune società (sono un paio di anni che non pago più le rate) e con una di esse ho fatto l'errore di cambializzare il debito.

La mia domanda è la seguente: se smettessi di pagare le cambiali (ne ho pagate già 12) a cosa vado incontro? Si consideri che sulla mia busta paga ho la cessione del quinto più il prestito con delega al massimo delle trattenute e che il mio conto corrente, cointestato, è perennemente in rosso (fido bancario).

Altra domanda è la seguente: cosa accadrebbe se dovessi pagare in ritardo (un mese) una cambiale?

Con le cambiali non pagate il creditore, senza l'obbligo di dover passare per il Tribunale, potrebbe precettare il debitore procedendo al pignoramento del conto corrente del debitore, dei crediti vantati dal debitore nei confronti di terzi (anche presso il datore di lavoro), dei beni presenti nella residenza o nel domicilio del debitore.

Il pignoramento dello stipendio nella misura del 20% potrebbe essere opposto al giudice delle esecuzioni ma, nel suo caso, senza alcuna speranza di successo: nonostante la quota impegnata per cessione del quinto e prestito delega (il massimo rilevante ai fini del raggiungimento della metà della retribuzione è del 20%) resta disponibile all'azione esecutiva finalizzata al rimborso delle cambiali non pagate un altro 30% della somma percepita, attualmente non impegnata in altri pignoramenti.

Per la tolleranza ai ritardi nel pagamento della cambiale conta esclusivamente la pazienza del creditore.

31 ottobre 2016 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cambiali
cambializzazione del debito residuo
precetto
precetto su cambiale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cosa fare quando non si può pagare – consigli per gestire il sovraindebitamento
Si dimentichi mutui od ulteriori prestiti per consolidamento a Suo nome, le segnalazioni negative in SIC che ha accumulato sono ostative per qualsiasi tipo di accesso al credito, e lo saranno almeno per 36 mesi da quando sarà riuscito a saldare per intero i Suoi debiti. L'unica possibilità potrebbe essere ...
Contratti di prestito - Il prestito delega
Il prestito delega (o delegazione di pagamento), è una forma di prestito personale di cui possono usufruire i lavoratori dipendenti. Tale forma di prestito è regolata dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950 e successive modifiche. Per capire di cosa si tratta possiamo partire dalla cessione ...
Cessione del quinto » Piccolo prontuario per il debitore
La Cessione del quinto è un prestito personale con massima libertà di utilizzo della somma ricevuta. Il richiedente in cambio “cede” una parte del suo stipendio o della sua pensione (al massimo di un quinto) autorizzando il suo datore di lavoro a trattenere ogni mese dalla busta paga o dalla ...
Debiti – cosa fare quando non si può pagare
La decisione di sospendere i pagamenti è nel Vostro caso - extrema ratio - condivisibile: non si umanamente pretendere che una famiglia si spinga al di sotto della soglia di sussistenza per rispettare gli impegni assunti. Tuttavia, la conseguenza più probabile di questa situazione saranno, a lungo andare, il pignoramento ...
Consolidamento debiti – estinguere i vecchi debiti, unificare le rate e pagare di meno
Ah, le rate di fine mese! Quante sono le famiglie italiane che mensilmente fanno i conti con i debiti da pagare? Il mutuo, l'automobile, ma anche il televisore o più banalmente l'ultima settimana di vacanza in montagna. Piccoli e grandi prestiti che si sommano a fine mese in altrettanto piccole ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca