Contratti di affitto locazione e comodato d’uso di immobili detenuti in quota da proprietari diversi

A seguito della morte di mio padre sono venuta in possesso insieme a mamma e due fratelli di quote ereditarie di immobili di proprietà del papà defunto. Attualmente abito da oltre 30 anni in un immobile che è passato in successione, e ho l’attività nello stesso immobile al piano di sotto, e quindi ora dovrò pagare l’affitto sia per l’abitazione che per il locale adibito all’attività a uno dei fratelli mentre l’altro e la mamma mi concedono un comodato gratuito, sia per l’abitazione che per i locali dove c’è l’attività. E’ possibile fare contratto d’affitto per le quote spettanti al fratello che esige l’affitto, e due comodati d’uso gratuito per le quote spettanti a mamma e l’altro fratello? E’una questione complicata…ma devo cercare di risolvere facendo i passi giusti. Ringrazio in anticipo per la risposta.

L’articolo 1103 del Codice Civile stabilisce che ciascun comproprietario può disporre del suo diritto e cedere ad altri il godimento della cosa nei limiti della sua quota: la Corte di Cassazione (sentenza 165/2005) ha precisato, inoltre, che l’articolo 1103 del Codice Civile non preclude la locazione di quota ideale di bene comune.

Ciò vuol dire che, se non temono futuri possibili contenziosi con i singoli proprietari in quota, nel caso specifico, si possono sottoscrivere singoli contratti di locazione, affitto e comodato d’uso con i fratelli e con la mamma.

3 Maggio 2021 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

IMU e TASI per immobili a canone concordato, in locazione ed in comodato - Chiarimenti del MEF
Per gli immobili concessi in comodato ai parenti e per quelli locati a canone concordato la prima rata dell'IMU e della TASI in scadenza il 16 giugno 2016 deve essere calcolata sulla base delle aliquote applicabili nell'anno 2015, tenendo conto delle novità introdotte dalla legge di stabilità 2016. Immobili in comodato Sin dalla prima rata si applica la riduzione del 50% della base imponibile IMU e TASI per gli immobili, ad eccezione delle abitazioni di lusso, concessi in comodato a genitori o figli che la adibiscono ad abitazione principale a condizione che il contratto sia registrato, il comodante possieda un ...

Contratti di locazione » Bonus Irpef per i proprietari che affittano immobili a canone basso
Contratti di locazione: bonus per i locatori che affittano casa a canone agevolato. Deduzione del 20% dell'IRPEF sul costo di acquisto. In arrivo agevolazioni e vantaggi per i proprietari di immobili che, entro 6 mesi dall'acquisto o dalla relativa costruzione, stipuleranno un contratto di locazione a canone libero, con un importo di affitto inferiore al minore dei canoni previsti dai contratti a canone concordato e a canone speciale. Ciò è quanto previsto dal decreto Sblocca Italia, che, per chi rispetta questi schemi, prevede la deduzione dall'IRPEF del 20% del costo di acquisto o di costruzione di abitazioni, nel quadriennio 2014-2017. ...

Immobile ristrutturato dal de cuius e concesso dall'erede a terzi in comodato gratuito
L'erede che ha diritto a beneficiare della detrazione del 36 per cento per le residue quote di detrazione dell'immobile ristrutturato dal de cuius può continuare a beneficiarne anche se concede l'immobile a terzi in comodato gratuito? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Contratti di affitto locazione e comodato d’uso di immobili detenuti in quota da proprietari diversi