Affitto di un negozio in comproprietà fra tre fratelli – Se due comproprietari acconsentono a ridurre il canone di affitto al conduttore, possono imporre la loro decisione al terzo comproprietario dissenziente?


Tre fratelli sono comproprietari di un negozio affittato ad un conduttore che ha richiesto la riduzione del canone di affitto, tuttavia uno dei comproprietari non è d’accordo: i due fratelli consenzienti possono decidere di abbassare l’affitto nonostante il parere contrario dell’altro fratello?

La cosa si può impostare così: ammesso che il conduttore abbia chiesto la riduzione del canone di affitto pari a rid%, ciascuno dei sue comproprietari che acconsentono si fa carico di una quota del canone pari al 33,3% – 1/2 rid%, il terzo che non è d’accordo continuerà a beccarsi il 33,3% dell’importo del canone, il conduttore pagherà il canone di affitto ridotto del rid% e tutti vissero felici e contenti.

Ad esempio: il conduttore paga un affitto di 30 mila euro l’anno e vorrebbe scendere a 20 mila l’anno. I due fratelli comproprietari che vogliono accordare lo sconto, si accontenteranno di ricavare ciascuno 5 mila euro/anno dall’affitto, mentre il fratello comproprietario non disposto a concedere lo sconto continuerà a percepire i suoi 10 mila euro/anno.

Quello che non si può fare è che i due comproprietari consenzienti decidano a maggioranza, imponendo la riduzione della quota di canone di affitto al terzo comproprietario dissenziente.

1 Ottobre 2021 · Michelozzo Marra



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Affitto di un negozio in comproprietà fra tre fratelli – Se due comproprietari acconsentono a ridurre il canone di affitto al conduttore, possono imporre la loro decisione al terzo comproprietario dissenziente?