Accredito rateo pensione madre defunta su carta prepagata con Iban

Dopo circa un anno di guerra con Inps e banca per avere il rateo di pensione dopo la morte di mia madre, dopo che l'Inps i primi di gennaio 2016 per email mi avevano confermato l'accredito al 1 febbraio 2016 sono venuto a sapere che l'accredito non può essere fatto sulla mia carta prepagata con Iban; quindi sono stato costretto ad aprire il giorno 22 gennaio 2016 un conto per avere un Iban Bancario, quindi fare domanda che l'accredito della somma che l'INPS mi deve sul nuovo IBAN.

La domanda ma è giusto che non posso fare accredito su carta prepagata con IBAN?

La cosa che più mi fa incazzare che molto sicuramente la data pagamento slitta di nuovo.

L'INPS, sul proprio sito, indica che la riscossione della pensione può essere fatta in contanti presso gli sportelli (per importi fino a 1000 euro), con accredito sul proprio conto corrente, con accredito sul proprio libretto di risparmio oppure con carta prepagata alla quale sia associato un IBAN.

A meno che qualche burocrate che ha in carico la sua pratica abbia stabilito (peraltro senza fornire un'informazione trasparente al cittadino) che la riscossione del rateo di pensione all'avente diritto in seguito a morte del pensionato non possa essere effettuata con carta prepagata dotata di IBAN, anche io non riesco a comprendere il senso della comunicazione in tal senso inviatale dall'INPS.

27 gennaio 2016 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Carta prepagata ricaricabile con IBAN
La carta prepagata ricaricabile con IBAN è una carta prepagata nominativa, ricaricabile, riservata alle persone fisiche che abbiano raggiunto la maggiore età e che abbiano l'esigenza di effettuare le principali operazioni bancarie senza la necessità di aprire un conto corrente e senza dover sostenere alcun costo di emissione e di ...
Carta di credito prepagata – una soluzione percorribile per chi ha subito un protesto
La carta prepagata è uno strumento rilasciato a fronte di un versamento anticipato di fondi effettuato all'emittente. Essa incorpora il potere d'acquisto pagato in via anticipata dal titolare della carta e viene emessa da banche, nel caso in cui la carta sia spendibile presso una molteplicità di esercenti (carta a ...
Agenzia delle Entrate » Per i rimborsi fiscali i contribuenti sono invitati a fornire l'IBAN
I contribuenti interessati a ricevere i rimborsi fiscali da parte dell'Agenzia delle Entrate e in particolare i contribuenti che nel 2014 non hanno più un proprio sostituto di imposta sono stati invitati dalla massima autorità fiscale a fornire le proprie coordinate bancarie al fine di ricevere l'accredito di quanto dovuto ...
Stipendi pubblici e pensioni - Resta l'obbligo di accredito in conto corrente per importi superiori ai mille euro
Al fine di favorire la modernizzazione e l'efficienza degli strumenti di pagamento, riducendo i costi finanziari e amministrativi derivanti dalla gestione del denaro contante da parte della Pubblica Amministrazione, l'articolo 2 del decreto legge 138/2011, al comma 4 ter, lettera c) dispone che lo stipendio, la pensione, i compensi comunque ...
Errore di accredito su conto corrente da parte della banca - Nessun addebito degli interessi maturati
In caso di errore nell'accredito di un importo in conto corrente non è mai possibile lo storno senza il consenso del beneficiario o senza ricorso all'Autorità giudiziaria. In ogni caso, l'annullamento degli effetti dell'operazione annotata può avvenire non già intervenendo sulla registrazione, bensì ponendo in essere un nuovo atto giuridico, ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca