Accollo mutuo: dopo rogito notarile il costruttore chiede il rimborso delle rate - Devo pagare?

Ho recentemente acquistato un appartamento: pagato per l'80% contante il restante ho fatto accollo mutuo al costruttore. Una volta che la banca mi ha deliberato il mutuo siamo andati con il costruttore a fare il rogito notarile il 30 gennaio 2018 dopo di che il costruttore ha preteso da me il rimborso di alcune rate antecedenti all'atto e risalenti al frazionamento avvenuto qualche mese prima il 30 novembre.

Fatto sta che ancora non mi viene addebitata nessuna rata sul mio conto corrente. La mia domanda è: può il costruttore chiedermi tale rimborso? Da quando devo iniziare a pagare? Può rifarsi su di me?

Una volta frazionato il mutuo, l'ipoteca grava sul singolo appartamento.

Ne consegue che se lei non paga le rate del mutuo frazionato, anche se il frazionamento è avvenuto prima dell'atto notarile di trasferimento della proprietà, la banca può escutere il proprietario.

7 marzo 2018 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accollo del mutuo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accollo del mutuo e successivo frazionamento
Il frazionamento del mutuo fondiario non può costituire fonte di nuove obbligazioni per il terzo acquirente, il quale rimane obbligato nei confronti del mutuante nei limiti in cui si è accollato il debito, e può opporre al creditore le eccezioni fondate sul contratto in base al quale l'assunzione è avvenuta. Ne consegue l'illegittimità della suddivisione che ...
Cosa è il piano di ammortamento di un mutuo
Il piano d'ammortamento del mutuo ci dice quanto pagheremo. Quando si parla di ammortamento si intende un'estinzione graduale del debito, mentre il piano non è altro che il progetto che stabilisce con quali criteri verrà estinto. Una volta fissati i limiti di tempo per estinguere il debito ed il tipo ...
Accollo del mutuo
L'accollo del mutuo è l'operazione di trasferimento del mutuo all'acquirente quando si acquista una abitazione su cui grava già un mutuo ipotecario. In tal caso il venditore dell'abitazione può contestualmente attuare il trasferimento del mutuo all'acquirente. In tale circostanza le rate del mutuo ed il rimborso del capitale ad esso ...
La proprietà esclusiva delle parti comuni di un edificio condominiale può essere provata solo dal contratto di compravendita stipulato con il costruttore
Per vincere la presunzione legale di proprietà comune delle parti dell'edificio condominiale non sono sufficienti il frazionamento, accatastamento, e la relativa trascrizione, eseguiti a domanda del venditore costruttore, della parte dell'edificio in questione, trattandosi di atto unilaterale di per sé inidoneo a sottrarre il bene alla comunione condominiale, dovendosi riconoscere ...
Mutuo a tasso fisso e rata costante
Il mutuo a tasso fisso e rata costante è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso fisso e rata costante consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca