Lavoro e pensioni

Stati esteri dove il pensionato italiano può acquisire residenza ottenendo un trattamento fiscale di favore

Tullio Solinas - 19 marzo 2018

Sono imponibili comunque in Italia le pensioni corrisposte a persone non residenti dallo Stato italiano, da enti residenti nel territorio dello Stato o da stabili organizzazioni nel territorio stesso. Con alcuni Paesi sono in vigore Convenzioni per evitare le doppie imposizioni sul reddito, in base alle quali le pensioni corrisposte [ ... leggi tutto » ]

Disponibile sul sito inps il simulatore ape (anticipo finanziario a garanzia pensionistica)

Tullio Solinas - 14 febbraio 2018

Chi può fruire dell'anticipo finanziario a garanzia pensionistica per andare in pensione Come è noto, l'Ape volontaria è un beneficio a cui può accedere chi abbia compiuto 63 anni nel 2018 (o almeno 63 anni e 5 mesi nel 2019), vanta un'anzianità contributiva non inferiore a 20 anni e un [ ... leggi tutto » ]

Assegno sociale - nuovo importo da gennaio 2018 e limiti di reddito per fruirne in misura intera o ridotta

Annapaola Ferri - 26 dicembre 2017

Come è noto, l'assegno sociale è una misura di sostegno al reddito destinata ai cittadini, italiani e stranieri, in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori a determinate soglie. I cittadini stranieri comunitari devono essere iscritti all'anagrafe del comune di residenza, mentre i cittadini extracomunitari, i rifugiati o i titolari [ ... leggi tutto » ]

Finita la pacchia gratis per chi assume operatori di call center con contratto di collaborazione coordinata e continuativa

Tullio Solinas - 28 novembre 2017

I nuovi furbetti del Jobs Act, i lobbisti fans del cantastorie di Rignano, sono avvisati: da oggi potrebbero venire travolti da un immane contenzioso con gli operatori di call center assunti con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, i quali potrebbero vedersi dichiarata, in via giudiziale, la sussistenza di un [ ... leggi tutto » ]

Licenziamento illegittimo per chi denuncia il datore di lavoro all'autorità giudiziaria » anche se le ipotesi di reato si rivelano infondate

Chiara Nicolai - 27 novembre 2017

L'obbligo di fedeltà (di cui all'articolo 2105 del codice civile), non può essere esteso sino a imporre al lavoratore di astenersi dalla denuncia di fatti illeciti che egli ritenga essere stati consumati all'interno dell'azienda, poiché, in tal caso, si correrebbe il rischio di scivolare verso, non voluti, ma impliciti, riconoscimenti [ ... leggi tutto » ]

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca